it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Di lavoro di 11 ore o più al giorno può raddoppiare il rischio di depressione

Di lavoro di 11 ore o più al giorno può raddoppiare il rischio di depressione

Uno studio pubblicato sulla rivista PLoS ONE rivelato a fare un sacco di straordinari al lavoro spesso può raddoppiare il rischio di Devils in via di sviluppo. L'analisi è stata condotta da un ricercatore del Finnish Institute of Occupational Health in Finlandia e dall'università di Londra in Inghilterra. 497 donne per cinque anni. L'età media dei partecipanti era di 47 anni al basale e tutti erano dipendenti pubblici. Gli esperti hanno scoperto che coloro che hanno lavorato 11 ore al giorno o più avevano un rischio 2,5 volte più probabilità di ammalarsi rispetto a coloro che ha avuto un giorno lavorativo di otto ore. E 'stato anche scoperto che il legame tra la malattia e lo stile di vita della persona non ha influenzato una tale probabilità. La depressione è un disturbo emotivo caratterizzato dalla presenza di tristezza, pessimismo e bassa autostima, sintomi che compaiono frequentemente e possono combinare tra di loro. Il controllo medico è essenziale per la corretta diagnosi e trattamento.

stare all'erta per le principali cause della depressione

Gli esperti dicono che la malattia non ha tempo o luogo di apparire. Può insorgere in qualsiasi persona indipendentemente dal sesso, dall'età, dalla condizione sociale o economica. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che entro il 2030 la depressione sarà la malattia più comune nel mondo, che colpisce più persone di qualsiasi altro problema di salute, tra cui il cancro e malattie cardiache. Nonostante questo, è già noto dalla scienza che alcuni fattori possono facilitare la comparsa di questa patologia. Qui ci sono i fattori scatenanti più comuni della depressione e sanno di evitarli o trattare loro di sfuggire a questa malattia.

cambiato Neurotrasmettitori

Le persone con tariffe molto alterati di alcuni neurotrasmettitori come la serotonina e la noradrenalina, hanno maggiori probabilità di soffrire di depressione . Secondo lo psichiatra presso l'Ospedale Santa Cruz Edson Hirata, questo accade proprio perché la malattia si sviluppa a causa della mancanza di questi neurotrasmettitori, che sono responsabili per la comunicazione tra i neuroni nella zona del cervello responsabile delle emozioni -. Il sistema limbico

Quando una persona nasce con questi neurotrasmettitori naturalmente bassi, il sistema limbico e la loro percezione delle emozioni sono compromessi e possono causare depressione. "La caduta di questi neurotrasmettitori nel sistema limbico è la base biochimica di malattia", spiega l'esperto.

I fattori genetici

"La genetica ha una forte influenza sullo sviluppo della depressione", dice lo psichiatra Edson Hirata. Gli studi dimostrano che se un genitore ha depressione il rischio che il bambino soffre di questa malattia è tre volte più alto. "Se entrambi i genitori hanno la depressione, il rischio del bambino di sviluppare la depressione è il 75%", aggiunge.

Questo accade a causa di qualche cambiamento genetico che rende una persona più vulnerabile ad eventi stressanti che causano un calo dei livelli di serotonina. Sono ancora in fase di sviluppo la ricerca per trovare un gene specifico responsabile per l'insorgenza di depressione.

Le donne soffrono più

Le donne sono due volte più probabilità di andare a sviluppare la malattia, che causa l'instabilità ormonale a cui sono soggetti. Inoltre, le donne sono più inclini al verificarsi di eventi stressanti, come ad esempio il parto.

L'attenzione per anziani

E 'un fatto che l'età non è un fattore determinante per l'insorgenza di depressione, ma gli studi dimostrano che l'incidenza della malattia è più alta tra la popolazione anziana. Secondo Edson Hirata psichiatra, "il fatto che gli anziani hanno disturbi più fisici, usano più farmaci e spesso diventano gli aumenti più socialmente isolato il rischio di depressione in questa fascia di età."


Elettrocardiogramma: test rileva aritmie cardiache

Elettrocardiogramma: test rileva aritmie cardiache

L'elettrocardiogramma (ECG) è un test che verifica la presenza di problemi con l'attività elettrica del cuore. Si tratta di una procedura rapida, semplice ed indolore in cui vengono amplificati e registrati su un pezzo di carta gli impulsi elettrici del cuore. Ogni battito del tuo cuore si verifica a causa di un impulso elettrico generato naturalmente da cellule speciali del tuo cuore.

(Salute)

Sei strategie per prevenire e controllare la sindrome metabolica

Sei strategie per prevenire e controllare la sindrome metabolica

Nel mezzo dell'epidemia di obesità, sta aumentando anche il numero di casi di persone con sindrome metabolica, una malattia silenziosa che danneggia diverse aree importanti del nostro corpo. Il problema inizia quando l'insulina - prodotta dal pancreas e ha la funzione di immettere il glucosio nella cellula - sta avendo difficoltà a svolgere questa azione.

(Salute)