it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Vitamina D: 11 sintomi da carenza di questo nutriente

Vitamina D: 11 sintomi da carenza di questo nutriente

Questa sostanza agisce ancora sulla secrezione ormonale e varie malattie croniche non trasmissibili, tra sono la sindrome metabolica che ha come componente il diabete di tipo 2.

La vitamina D è stata denominata in questo modo nel 1922, perché a quel tempo si riteneva che la vitamina D potesse essere ottenuta solo attraverso la dieta. Si chiamava D perché era la quarta sostanza scoperta dopo le vitamine A, B e C. Dagli anni '70 i ricercatori hanno scoperto che la vitamina D poteva essere sintetizzata dal corpo, il che significa che in realtà è un ormone , non è una vitamina.

segnali di carenza di vitamina D

vitamina D è necessaria per il mantenimento del tessuto osseo, ma anche influenza notevolmente il sistema immunitario, ad essere interessante per il trattamento di malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide e la sclerosi multipla, e nel processo di differenziazione cellulare, la mancanza di questo nutriente favorisce 17 tipi di cancro. Vedi altri vantaggi:

1. Depressione

I bassi livelli vitaminici sono già stati associati a malattie cardiovascolari e neurologiche. Ora gli psichiatri dell'UT Southwestern Medical Center in Texas, negli Stati Uniti, hanno trovato un legame tra bassi livelli di vitamina D e depressione. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Mayo Clinic Proceedings.

I ricercatori, che lavora presso il Centro Cooper Longitudinal Study, hanno esaminato i risultati di quasi 12.600 partecipanti provenienti da studi condotti tra il 2006 e il 2010. Dopo aver attraversato i dati, hanno trovato che più livelli alti livelli di vitamina D erano associati ad un calo significativo il rischio di depressione, soprattutto tra le persone che hanno già avuto una storia della malattia. Gli esperti, tuttavia, non hanno ancora raggiunto una quantità esatta del nutriente in grado di ridurre i sintomi della depressione.

2. Problemi alle ossa

La vitamina D è necessaria per l'assorbimento del calcio dalle ossa. Le persone con carenza di vitamina D godono del 30% in meno di calcio dalla dieta. Il calcio è responsabile del rafforzamento delle ossa e dei denti. La carenza di questo nutriente può causare rachitismo nell'infanzia e l'osteoporosi nella vita adulta. Un esempio dell'importanza della combinazione di queste due sostanze è che ogni volta si raccomanda raccomandazione supplementazione di calcio è fatto insieme alla vitamina D per lavorare l'assorbimento del minerale.

Un sondaggio dell'Università di Zurigo con 40.000 persone oltre 65 anni hanno notato che la supplementazione di vitamina D riduce il rischio di fratture dell'anca del 20% e in altre regioni, ad eccezione della colonna vertebrale.

3. Malattie cardiache

La vitamina D partecipa al controllo delle contrazioni del muscolo cardiaco, necessarie per pompare il sangue nel corpo. Inoltre, consente il rilassamento dei vasi sanguigni e influenza la produzione del principale regolatore ormonale della pressione sanguigna, la renina.La mancanza di vitamina D può portare all'accumulo di calcio nell'arteria, favorendo il rischio di formazione di placca. Con tutti questi problemi, la probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari come scompenso cardiaco, ictus e infarto sono più alti nelle persone con carenza di vitamina A D.

Un sondaggio di 50.000 uomini dalla Harvard School of Public Health per dieci anni ha trovato che coloro che la carenza di vitamina D aveva il doppio delle probabilità di subire un attacco cardiaco rispetto agli uomini che non avevano la carenza.

4. Rischio in gravidanza

La vitamina D è molto importante per le donne in gravidanza. Nel primo trimestre la sua mancanza può portare ad aborti. Nei casi di aborti multipli nella prima gravidanza, è possibile che il sistema immunitario della madre stia rifiutando l'impianto dell'embrione. Perché la vitamina D agisce sul sistema immunitario, può correggere questo problema

La vitamina D è essenziale per la gravidanza - Foto:. Getty Images

Inoltre, alla fine della gravidanza, la mancanza di vitamina D può causare pre -clampsia, una condizione in cui la madre sviluppa ipertensione. Dopotutto, questa sostanza influenza la produzione di renina, il principale regolatore ormonale della pressione sanguigna. La mancanza di vitamina D aumenta anche la probabilità che il minore sia autistico, perché è importante per lo sviluppo del cervello del bambino.

Una ricerca pubblicata su The American Journal of Clinical Nutrition fatto con più di 1.000 donne in gravidanza ha scoperto che quando Uno studio condotto dalla University of South Carolina negli Stati Uniti con 500 donne incinte ha rilevato che l'integrazione con vitamina D previene problemi come diabete gestazionale, parto prematuro e parto pretermine. infezioni.

5. Diabete

Il fatto che la vitamina D influenzi la produzione di renina è anche interessante per prevenire il diabete, perché la mancanza di questa sostanza favorisce la malattia. Inoltre, la produzione di insulina nel pancreas richiede la partecipazione di vitamina D.

Poiché il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune, vitamina D diventa interessante essere un immunoregolatore che inibisce selettivamente tipo di risposta immunitaria che provoca Uno studio condotto dall'Institute of Child Health in Inghilterra ha rintracciato 10.000 bambini finlandesi sin dalla nascita e ha scoperto che coloro che ricevevano regolarmente integratori vitaminici avevano il 90% in meno di probabilità di sviluppare il diabete di tipo 1.

6. Danneggia la forza muscolare

La vitamina D contribuisce alla forza muscolare, quindi la sua assenza porta alla perdita di questa forza e aumenta il rischio di cadute e fratture. Un'indagine condotta dall'Università di Zurigo con persone di più di 65 anni ha rilevato che il consumo di vitamina D può ridurre il rischio di cadute del 19%.

7. Malattie autoimmuni

La vitamina D è già utilizzata nel trattamento delle malattie autoimmuni, una condizione che si verifica quando il sistema immunitario attacca e distrugge i tessuti del corpo sani per errore. La vitamina D è un immunoregolatore che inibisce selettivamente il tipo di risposta immunitaria che provoca la reazione contro il corpo stesso. Il trattamento delle malattie autoimmuni La vitamina D è un fenomeno recente, ma è visto dagli esperti come un importante passo avanti medico

Alcune delle malattie autoimmuni che possono essere trattati con alte dosi di vitamina D sono :. La sclerosi multipla, l'artrite reumatoide e problemi occhio che può seriamente compromettere la visione dell'individuo e che il trattamento usato per essere molto difficile.

il neurologo Cicero Galli Coimbra, professore associato e ricercatore presso l'Università federale di San Paolo (UNIFESP), ha trattato circa 1.200 pazienti sclerosi multipla e molti altri con diversi tipi di malattie autoimmuni principalmente utilizzando il trattamento con dosi di vitamina D. Il trattamento può non solo prevenire il progredire della malattia, ma anche fornire recupero dalle recenti sequele. Tutto dipenderà dalla malattia e dal tempo in cui la persona ha le sequele, quindi prima inizierai il trattamento, meglio sarà.

Essa rileva che questo tipo di trattamento con vitamina D deve essere eseguita solo da medici, come il consumo eccessivo della sostanza in quanto tale può causare seri problemi per la salute

Il tonno è una fonte di vitamina D -. Foto : Getty Images

Un altro studio pubblicato sul Journal of American Medical Association realizzato con 7 milioni di americani hanno scoperto che il consumo di integratori di vitamina D è associata a un minor rischio di sclerosi multipla

8 .. Cancro

La mancanza di vitamina D favorisce 17 tipi di cancro, come seno, prostata e melanoma. Questo perché la sostanza partecipa al processo di differenziazione cellulare, che mantiene le cellule cardiache come cellule cardiache, le cellule della pelle come la pelle, e così via. In questo modo impedisce alle cellule di diventare cancerose. Per questi motivi, alcuni studi hanno dimostrato che oltre a prevenire il cancro, il consumo di alte dosi di questa sostanza può essere efficace nel combattere determinati tumori. Ma in questo caso è anche necessario che l'assunzione di supplementi di vitamina D sono realizzati con follow-up medico.

Secondo il National Cancer Institute degli Stati Uniti ci sono diversi studi che dimostrano che la vitamina D è un alleato nel trattamento di cancro, in particolare tumore del colon-retto, della prostata e della mammella. Tuttavia, l'istituto dice anche che sono necessari ulteriori studi.

9. Autismo

Poiché la vitamina D è importante per lo sviluppo del cervello, aiuta a prevenire l'autismo durante la gravidanza. Se una persona ha questa condizione, è comunque interessante che lei ottenere la vitamina D, che spesso non si verifica facilmente attraverso l'esposizione al sole, la fonte di sostanza, dal momento che l'individuo spende un sacco di tempo in ambienti chiusi.

Uno studio condotto da bambini Hospital Oakland Research Institute negli Stati Uniti, ha notato che tre ormoni cerebrali che influenzano il comportamento sociale, la serotonina, vasopressina e ossitocina sono attivati ​​dalla vitamina D.

10. Questo beneficio è stato studiato sulla base di alcuni problemi causati dalla mancanza di vitamina D. I bambini con carenza di vitamina D hanno maggiori probabilità di sviluppare infezioni respiratorie. Uno studio pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition che coinvolge 340 bambini giapponesi nell'arco di quattro mesi ha rilevato che il rischio di contrarre l'influenza è diminuito. nel gruppo che ha ingerito il supplemento di vitamina D.

11. Rischio di morte prematura

Una ricerca pubblicata su Archives of Internal Medicine suggerisce che l'assunzione di supplementi di vitamina D può ridurre i tassi di mortalità. Lo studio ha esaminato i risultati di 18 studi che hanno coinvolto un totale di circa 60.000 partecipanti e ha scoperto che il consumo di vitamina D riduce del 7% il rischio di mortalità per qualsiasi causa.

Interazioni

Quando consumati all'interno Le quantità raccomandate di vitamina D non interagiscono con altre sostanze. Tuttavia, se ingeriti in eccesso può portare ad alto assorbimento di calcio, in modo che l'assunzione di vitamina D di quanto raccomandato può essere fatto solo con guida medica.

Effetti collaterali

Quando consumati all'interno della raccomandata quantità di vitamina D non ha effetti collaterali Tuttavia, se ingerito in eccesso può danneggiare i reni provocando un aumento dell'assorbimento di calcio. Pertanto, è importante che il consumo al di là della raccomandata di questa vitamina è fatto sotto controllo medico.

disabili

La carenza di vitamina D può causare una serie di problemi di salute. La mancanza di essa aumenta il rischio di problemi cardiaci, l'osteoporosi, il cancro, raffreddore e influenza, e le malattie autoimmuni come la sclerosi multipla e il diabete di tipo 1 in carenza di vitamina D donne in gravidanza aumenta il rischio di aborto spontaneo, favori preeclampsia ed eleva possibilità che il bambino sia autistico.

Quanta vitamina D abbiamo bisogno?

Secondo diversi studi recenti, tra cui uno dell'Università del Wisconsin, Stati Uniti, e un altro dell'Università di Toronto, in Canada, la guida per persone oltre i 50 chili è di consumare tra le 5.000 e le 10.000 unità di vitamina D al giorno. Lo stesso vale per le donne incinte e per i bambini.

Nel caso dei bambini la guida è di assumere fino a 1.000 unità di vitamina D ogni 5 kg di peso. Quindi un bambino che pesa 30 kg, per esempio, può ingerire fino a 6.000 unità di vitamina D.

Come ottenere la vitamina D

Anche se è presente in alimenti di origine animale, questi alimenti non hanno la quantità di vitamina D di cui il corpo ha bisogno. Pertanto, per evitare la mancanza della sostanza è importante prendere da 15 a 20 minuti di sole al giorno. Le braccia e le gambe dovrebbero essere esposte perché la quantità di vitamina D che verrà assorbita è proporzionale alla quantità di pelle che viene esposta.

Quando esporti al sole per ottenere la vitamina è importante non passare la crema solare. Per darvi un'idea, il fattore 8 di protezione inibisce la ritenzione di vitamina D del 95% e un fattore maggiore di quello praticamente annulla la produzione della sostanza. Per prevenire il cancro della pelle, dopo i 15 o 20 minuti raccomandati per ottenere la vitamina, passare la crema solare.

Le finestre ostacolano anche l'assorbimento della vitamina D. Questo perché il tipo B ultravioletto (UVB), capace

L'esposizione al sole nel modo raccomandato fornirà le 10.000 unità di vitamina D. Poiché l'esposizione solare fornirà già una buona quantità di sostanza, è importante che la necessità per l'individuo di essere analizzato da un operatore sanitario per sapere se il sole è sufficiente o se è necessaria una sostanza ricca di sostanza o integrazione.

Fonti di vitamina D

Tutte le fonti di cibo di vitamina D sono di origine animale perché le fonti vegetali non possono sintetizzare la vitamina nel modo in cui il cibo proviene dagli animali. Anche il cibo con la più alta quantità di sostanza, il salmone, ha solo il 6,85% del fabbisogno giornaliero di vitamina D in una porzione da 100 grammi. Pertanto, prendere il sole è fondamentale per evitare la carenza di nutrienti.

Inoltre, questi cibi sono piuttosto ricchi di grassi saturi. Quando ingerito in grandi quantità questo lipide subisce il processo di ossidazione e vi è il rischio di comparsa di placche che possono accendere le arterie del sangue, portando a malattie vascolari che possono compromettere il cuore, i reni e il cervello a lungo termine. alimenti che contengono vitamina D.

Cibo

Quantità di vitamina D

Percentuale del valore giornaliero di vitamina D

Tonno (100 grammi)

227 unità

2,27%

Formaggio Cheddar (50 grammi)

43,5 unità

0,93%

Formaggio Cheddar (50 grammi)12 unità
0,12%Carne bovina (100 grammi)15 unità
0,15%Fonte: Tabella dell'agricoltura degli Stati UnitiUsa Supplemento di vitamina D
Gli integratori di vitamina D possono essere utilizzati nei casi in cui la sostanza sia carente o nel trattamento di alcune malattie. La mancanza di nutrienti si trova dopo un esame del sangue.È importante notare che gli integratori possono essere assunti solo dopo un consiglio medico per il consumo di queste dosi extra. In alcuni trattamenti, le overdose di vitamina D sono mirate, vale a dire un importo superiore a quello che viene normalmente preso di mira. In questi casi il consumo viene sempre effettuato con la consulenza medica ed è necessario osservare la quantità di calcio e liquidi che la persona assumerà e il consumo del minerale potrebbe essere ridotto e quello dei liquidi aumentato.Anziani e integratori:
Le persone anziane producono meno vitamina D in risposta all'esposizione al sole a causa di problemi metabolici legati all'età. La quantità della sostanza prodotta in una persona di 70 anni è in media un quarto di ciò che è sintetizzato da un ventenne. Pertanto, è interessante che gli anziani parlino con i loro medici della possibilità di consumare supplementi di vitamina D.Rischio di assunzione eccessiva di vitamina DÈ importante notare che l'eccesso di vitamina D si verifica solo attraverso l'integrazione. Ciò è perché il cibo non ha grandi quantità di sostanza e di ottenere attraverso i raggi solari è regolata dalla pelle, che cessa la produzione della vitamina quando raggiunge i valori richiesti.
Ma l'eccesso attraverso integratori colpo la guida medica può essere molto pericolosa. V'è il rischio avviene aumentando la concentrazione di calcio nel sangue e questo può causare calcificazione di vari tessuti, e il più colpiti sono i reni, che possono venire a perdere la sua funzione.vitamina D Combinandosupplemento + idratazione:

Quando si ingeriscono i supplementi di vitamina D per prevenire problemi di salute, in particolare reni, oltre alle cure mediche, è importante per idratare e mantenere una dieta equilibrata

carenza di vitamina a D .

Purtroppo, circa l'80% delle persone che vivono in un ambiente urbano, mancano di vitamina D. Questo è perché essi trascorrono lunghi periodi di tempo in ambienti chiusi e non esposti al sole.

Tuttavia, la carenza può essere invertito . È possibile effettuare questa cornice di correzione per l'integrazione, notando che questa alternativa è valida solo dopo il medico e / o prendere il sole senza protezione solare tra le braccia e le gambe per quindici-venti minuti ogni giorno.

fonti consultate : Neurologo Cicero Galli Coimbra, professore associato e ricercatore presso l'Università federale di San Paolo

Nutrizionista Rubia Gomes Maciel, l'azienda Natue

Nutrizionista Natielen Jacques Schuch, professore all'Università francescana

...


Il miglio aiuta la perdita di peso e aiuta nella prevenzione del cancro

Il miglio aiuta la perdita di peso e aiuta nella prevenzione del cancro

Poiché è una fonte di fibre, il miglio aiuta l'assorbimento del glucosio da parte dell'organismo, un vantaggio per i diabetici. Ricordare che gli alimenti ricchi di fibre forniscono il corpo, maggiore sensazione di sazietà, ridurre il colesterolo, migliore digestione e la funzione dell'intestino, aiutando nella perdita di peso.

(Cibo)

Cannella: il cibo termogenico favorisce la dieta e combatte il diabete

Cannella: il cibo termogenico favorisce la dieta e combatte il diabete

La cannella ha una serie di benefici. Aiuta a prevenire e combattere il diabete controllando i livelli di zucchero nel sangue e aumentando la sensibilità all'insulina. Questa spezia dall'Asia, più precisamente dallo Sri Lanka, contribuisce anche alla perdita di peso mediante un'azione termogenica. Gli studi dimostrano che la cannella aiuta a ridurre il colesterolo totale e LDL cattivo, così come i livelli di trigliceridi.

(Cibo)