it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

L'eccesso di cibo durante l'allattamento aumenta il rischio del bambino di obesità

L'eccesso di cibo durante l'allattamento aumenta il rischio del bambino di obesità

Il latte materno è il miglior cibo per neonati e deve essere unico per i sei mesi. I benefici dell'allattamento al seno, come ad esempio una migliore immunità, per esempio, mostrano tutta la vita del bambino. Una ricerca americana, però, ha scoperto che quando la madre ha una sana alimentazione e moderato durante l'allattamento al seno, aumentare il rischio che il bambino avere l'obesità, il diabete, la pubertà precoce e riduzione della fertilità.

La ricerca è stata effettuata sui ratti all'Università di Toledo, Ohio. I ricercatori hanno diviso i ratti in due gruppi. In uno, gli animali sono stati nutriti con cibi grassi dal giorno in cui hanno partorito fino allo svezzamento. Nell'altra, hanno seguito una dieta regolare.

Tra i discendenti di coloro che avevano una dieta eccessivamente grassi, la prevalenza di obesità e pubertà precoce era più alto rispetto all'altro gruppo. La conclusione è che l'allattamento è un momento critico per influenzare quando la pubertà accadrà.

"I nostri risultati rafforzano i risultati di studi precedenti che indicavano che l'obesità infantile stava causando la pubertà precoce e altre malattie metaboliche in età adulta "Spiega Mengjie Wang al sito del congresso ENDO 2018, dove è stato presentato il sondaggio.


Baby with Down syndrome è un eccitante protagonista commerciale

Baby with Down syndrome è un eccitante protagonista commerciale

A soli 1 anno, Lucca è il primo figlio con la sindrome di Down a recitare in uno spot pubblicitario del marchio Johnson. Emozionante e semplice, il video realizzato per la festa della mamma è stato pubblicato martedì (09), e in poche ore era già stato viralizzato dai social network. Lo spot fa parte della campagna "Per noi e per tutte le mamme ogni bambino è il bambino di Johnson, dove è possibile vedere i dettagli del bambino, come i piedi, gli occhi, le mani e la pelle, e solo alla fine viene rivelato che è un bambino con la sindrome.

(Famiglia)

Dopo morte cerebrale incinta è tenuto in vita in ospedale per partorire

Dopo morte cerebrale incinta è tenuto in vita in ospedale per partorire

La storia del Mato Grosso do famiglia Sul ha provocato grande agitazione, condividono il dolore della morte e la speranza di una nuova vita. Il 27 gennaio, la giovane Renata Souza Sodre, a 18 settimane di gestazione, ha subito un incidente vascolare cerebrale (ictus) e morte cerebrale tre giorni dopo.

(Famiglia)