it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Le nuove mamme dovrebbero condividere le faccende quotidiane con i membri della famiglia

Le nuove mamme dovrebbero condividere le faccende quotidiane con i membri della famiglia

La madre ne ha solo uno. Questa è una frase che dovrebbe essere ricordata più spesso dalle madri. Essendo una, anche se è una madre, certamente non sarà in grado di fare le attività di due persone (come fa di solito), soprattutto ora, con la cura di un neonato.

In questo modo, sarà necessario imparare a delegare alcuni dei le sue attribuzioni, anche a malincuore. Quindi, soprattutto per quelle donne che non lavorano, la pulizia della casa, la spesa e altre cure generiche dovrebbero occupare meno tempo nelle loro vite.

Per gli altri bambini più grandi, è importante preparare questi i bambini a questa nuova situazione per tutti da prima di partorire. Il bambino non è sempre abbastanza grande per comprendere questi cambiamenti, e spesso anche se può sentirsi gelosa.

Avere l'aiuto di altri membri della famiglia, e talvolta di un altro aiutante (baby sitter, governante ecc.) È la chiave .

Fare ciò che è possibile, conoscere i propri limiti, è una buona tattica iniziale. Spiegare questa situazione ad altri bambini da prima del parto e ad ogni situazione di "fatturazione" è un'altra possibilità.

Se la mamma è in grado di riposare correttamente, allatta al seno il suo bambino e fai affidamento sull'aiuto di altri membri della famiglia per prendersi cura di loro così come degli altri membri della famiglia, e talvolta di un altro aiutante (sitter, cameriera, ecc.). lo scambio di pannolini, vestiti o addirittura di addormentare il bambino, può dedicare più tempo agli altri bambini.

Ecco un avvertimento: perché il bambino stia bene, è necessario che la mamma stia bene. Non può dimenticare che ha bisogno di una buona dieta, un'adeguata idratazione, un possibile sonno e tutta la cura della sua salute.

E il padre? Come puoi aiutare la donna in questa nuova routine?

Affinché la mamma possa prendersi cura del suo bambino in modo corretto e calmo, allattando esclusivamente al seno, è essenziale che il padre e la famiglia aiutino, dando il sostegno necessario. L'assistenza domiciliare, lo shopping quotidiano e altri bambini (quando disponibili) possono essere condivisi dalla famiglia, liberando la madre per l'allattamento e altre cure per il neonato.

Un buon alimentazione, idratazione e un sonno più riposante (che non si verifica necessariamente di notte mentre il bambino sta ancora allattando al seno, ma può essere sostituito nelle pause diurne quando il bambino dorme). Anche cambiare pannolini e l'igiene del bambino può essere una parte delle faccende della famiglia, per rendere più facile il Momentum della mamma. Ora con il bambino a casa,

Come dovrebbe il "riavvio" della routine sessuale?

Per motivi ormonali, alla fine della gestazione e all'inizio dell'allattamento, la moglie (dove predomina l'estrogeno) (dove c'è una predominanza del progesterone ormonale). Il ritorno dell'equilibrio ormonale varia da donna a donna. Quindi, l'attività sessuale può essere ripresa subito dopo la completa guarigione delle regioni traumatizzate in dipendenza dal desiderio individuale. Nel primo rapporto sessuale, la penetrazione deve essere più attenta, perché il rivestimento della vagina è più sottile e meno lubrificato. È necessario rispettare questo momento con molto dialogo, amore e comprensione in modo che questo recupero sia il più piacevole e naturale per la coppia.


Aumento dei livelli di zucchero nel sangue durante la gravidanza colpisce i cuori dei bambini

Aumento dei livelli di zucchero nel sangue durante la gravidanza colpisce i cuori dei bambini

La gravidanza è un momento di grande felicità, ma anche di grandi responsabilità e rischi. Alcuni problemi come il diabete sono tra gli effetti indesiderati più comuni durante la gravidanza, ed è importante prestare particolare attenzione allo zucchero nel sangue durante questo periodo. È noto che le donne diabetiche hanno maggiori probabilità di avere bambini con problemi cardiaci, ma un nuovo studio mostra che il rischio è presente anche per le madri che non hanno la malattia.

(Famiglia)

Il trattamento omeopatico può essere una buona alternativa al trattamento dell'emicrania nei bambini

Il trattamento omeopatico può essere una buona alternativa al trattamento dell'emicrania nei bambini

Oggi parleremo un po 'di un argomento che non è sempre preso in considerazione quando parliamo di bambini, emicrania. Questa è una diagnosi difficile, dipende molto dall'osservazione dei genitori e non ci sono test complementari per la diagnosi. La cosa più difficile da trovare è il mito che "un bambino non ha mal di testa", che deve essere eliminato.

(Famiglia)