it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

I nuovi farmaci per l'epatite C mostrano percentuali fino al 98% di cure

I nuovi farmaci per l'epatite C mostrano percentuali fino al 98% di cure

Il virus dell'epatite C (HCV) è oggi la principale causa di epatite cronica nel mondo. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 170 milioni di persone sono infettate cronicamente dall'HCV e più di 350.000 persone muoiono ogni anno per complicanze legate al fegato.

È una malattia silenziosa, raramente causa sintomi, quindi la maggior parte delle persone con HCV non sa di essere infetta, solo di sapere se fanno un test specifico. Circa il 90% delle persone infette non eliminano il virus e infezione cronica, con circa il 20% di loro si svilupperà la cirrosi, e di questi il ​​25% può evolvere in cancro del fegato.

Il trattamento usuale di epatite C è fatta con una combinazione di interferone pegilato, utilizzato mediante iniezione sottocutanea e farmaco orale ribavirina, per un periodo di 24 o 48 settimane, a seconda del genotipo. Questo trattamento ha molti effetti collaterali, derivanti principalmente da interferone, che includono mal di testa, febbre, dolori muscolari, stanchezza, perdita di appetito, perdita di peso, eruzioni cutanee, depressione, e la perdita di globuli bianchi, piastrine e anemia. Pertanto, molti pazienti con HCV non possono sottoporsi a terapia, come quelli con cirrosi, con malattie psichiatriche e autoimmuni. Inoltre, solo il 40-50% dei pazienti trattati ottenere la guarigione, o la risposta virologica sostenuta, non sarebbe rilevare il virus dopo la cessazione trattamento di 12 settimane.

L'epatite C è una delle poche malattie croniche che possono essere guarito, questa possibilità diventa più reale con l'avvento di questi nuovi farmaci per via orale per

a partire dal 2011, per i pazienti con genotipo 1 e con malattia avanzata, abbiamo iniziato ad associare uno dei due farmaci per via orale di azione antivirale, inibitore della proteasi, boceprevir o telaprevir. Con questa tripla terapia la possibilità di cura è salita al 70%. Ma limitato al genotipo 1 e non v'è stato un aumento degli effetti collaterali con più grave anemia e dermatológiocos cornici alle volte gravi.

L'epatite C è una delle poche malattie croniche che possono essere curate, questa possibilità diventa più reale con avvento di questi nuovi farmaci orali, senza la necessità di interferone, utilizzati per periodi più brevi e con minori effetti collaterali. Nuovi farmaci sono stati studiati per ottenere un trattamento con minori effetti collaterali e una maggiore possibilità di cura. Vedi:

SOFOSBUVIR e Simeprevir

Il SOFOSBUVIR è il primo farmaco di questa azione antivirale diretta nuova generazione, che agisce come inibitore di un enzima essenziale per la replicazione del virus C NS5B polimerasi di acido ribonucleico. Il SOFOSBUVIR è ben tollerato, con effetti collaterali poco o niente.

Studi con SOFOSBUVIR associati con peginterferone e ribavirina mostrato tassi di guarigione di dall'80 al 98% e riduce il tempo di trattamento di 12 settimane. Ricerche con sofosbuvir e ribavirina senza interferone hanno mostrato una risposta che va dal 64 al 100% e con buona sicurezza. Questo prodotto fornisce la prima opzione di trattamento per l'HCV, senza interferone.

Gli studi clinici con Simeprevir, un farmaco che agisce in modo simile a SOFOSBUVIR in combinazione con interferone pegilato e ribavirina, ha raggiunto una cura tra il 68% e il 86% dei pazienti. Gli effetti indesiderati riportati sono stati associati all'interferone pegilato e alla ribavirina

La FDA (

Food and Drugs Administration ), agenzia statunitense equivalente a ANVISA in Brasile, ha autorizzato la vendita di SOFOSBUVIR e Simeprevir per il trattamento dell'epatite C, così uno di loro può essere incorporato nel sistema con interferone pegilato e ribavirina, con una maggiore possibilità di guarigione e ridurre il tempo di trattamento, ma ci sarà ancora essere limitato ai pazienti intolleranti o sono controindicate per l'interferone o ribavirina. Questi farmaci possono essere somministrati in combinazione, eliminando l'uso di interferone e ribavirina, con una cura per quasi tutti i pazienti con HCV (superiore al 95%) in meno tempo e con buona tolleranza anche per i pazienti che soffrono di malattie fase avanzata. Ma questa associazione non è stata approvata da alcuna agenzia di regolamentazione. La cattiva notizia, tuttavia, è il costo di questi farmaci. Il trattamento usato oggi in Brasile costa circa 90 mila reais per sei mesi. Si stima che il trattamento con le nuove molecole per tre mesi di uscire per 90 mila euro, l'equivalente di più di 280 mila. Il costo di SOFOSBUVIR per tre mesi (tempo di trattamento) è di US $ 84 000 (circa US $ 184.000). Il costo di simeprevir è di US $ 66 mila (R $ 144 mila). . La combinazione di entrambi raccomandati nella ricerca costa $ 150.000 (R $ 328.000)

Daclatasvir

I pazienti di epatite C aveva una buona notizia all'inizio di quest'anno: la medicina Daclatasvir ha avuto il record pubblicato da Anvisa. Dopo la registrazione del farmaco del Comitato nazionale per la tecnologia Incorporation su SUS (CONITEC) valuterà l'utilizzo in pubblico, che può richiedere fino a sei mesi.

Anche se è una notizia molto buona, è ancora presto per festeggiare, perché questo farmaco non può essere utilizzato in modo isolato, ma deve essere usato in combinazione con un altro farmaco antivirale azione.

il Daclatasvir aveva la sua registrazione rilasciato, mentre gli altri due o, SOFOSBUVIR e simeprevir ancora in attesa di registrazione. La registrazione è il documento che consente la vendita di un farmaco nel paese. Così, anche se questa versione per la commercializzazione e l'uso di questo farmaco in Brasile, è ancora necessario per la registrazione e il rilascio degli altri in modo che possano rendere il trattamento adeguato.

di valutazione Dopo sarà ancora necessaria al rilascio di farmaci di linee guida di trattamento, o schemi di trattamento in base al genotipo del virus e alla gravità del quadro clinico. Per i farmaci da associare dipendono dal periodo del genotipo del virus e il trattamento varia a seconda della fase della malattia. Inoltre, saranno definite le priorità, vale a dire che i pazienti avranno la priorità di trattamento, di solito i pazienti con malattia più grave, più avanzato, sarà il primo a ricevere il nuovo trattamento.

Oltre ad avere un tasso di guarigione superiore con uso di questi farmaci raggiunge il 90%, il periodo di trattamento è ridotto da 48 a 24 o 12 settimane e l'uso orale piombo. Inoltre, questi farmaci meno tossici, con minori effetti collaterali

Il record dei tre rimedi -. SOFOSBUVIR, simeprevir e Daclatasvir - e il loro inserimento nella SUS era una richiesta delle associazioni mirate per l'epatite C. speriamo di ottenere nel 2015 non solo di analizzare le risorse tecnologiche, ma anche l'acquisizione e la distribuzione di questi farmaci.

ricerca in corso

Altri agenti antivirali, inibitori della proteasi più potenti, gli inibitori della polimerasi, analoghi nucleosidici o nucleotidi e dell'NS5A inibitori complessi sono anche in fase di studio, come faldaprevir, Daclatasvir, ledispavir, asunaprevir. Studi con la combinazione di Daclatasvir e asunaprevir, ledipasvir e SOFOSBUVIR, simeprevir senza interferone con o senza ribavirina, con ritonavir, SOFOSBUVIR o Daclatasvir, per 8 a 24 settimane, hanno mostrato tassi di risposta che vanno 82-99%.

Il Daclatasvir (inibitore NS5A) è stata studiata in oltre 5500 pazienti in combinazione con altri antivirali orale e interferone e ribavirina. Hanno mostrato attività in tutti i genotipi, aveva interazioni bassi farmacologiche e può essere utilizzato in pazienti con comorbidità. Studi con la combinazione di Daclatasvir e SOFOSBUVIR per 12 a 24 settimane, con o senza ribavirina mostrato tassi di risposta virologica sostenuta tra il 92 e il 100%, senza effetti collaterali significativi.


L'applicazione fornisce informazioni sanitarie a Rio de Janeiro

L'applicazione fornisce informazioni sanitarie a Rio de Janeiro

La popolazione può già assumere un ruolo più attivo per aiutare a individuare problemi di salute a Rio de Janeiro. Per contribuire, basta un clic al giorno. È un'applicazione di sorveglianza partecipativa, i Guardiani della salute. La dinamica è semplice e non richiede molto tempo all'utente. Scarica l'app e inizia a usarla allo stesso tempo.

(Salute)

Scopri le sostanze delle sigarette che sono dannose per la salute

Scopri le sostanze delle sigarette che sono dannose per la salute

Il tabacco è noto in tutto il mondo per il suo danno. Ma, dopo tutto, siamo a conoscenza di tutti i danni che le sigarette possono causare alla nostra salute? Ed è per questo che abbiamo parlato con esperti e ha scoperto che gli effetti devastanti che ciascuno dei principali sostanze nelle sigarette può causare nel corpo.

(Salute)