it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

La nuova generazione di adolescenti ha un rischio maggiore di malattie cardiache

La nuova generazione di adolescenti ha un rischio maggiore di malattie cardiache

Di questi analizzato, molti soffrono di alti livelli di zucchero nel sangue, sono obesi e in sovrappeso, hanno una dieta povera, non esercitare abbastanza e fumare Questi giovani rappresentano un campione dei 33,1 milioni di bambini e adolescenti negli Stati Uniti, e fanno parte delle indagini nazionali Salute e nutrizione esame, analizzati dal 2003 al 2008.

Hanno un terribile dieta considerato da ricercatori, e peggio ancora rispetto ai due adulti.

Più del 30% dei ragazzi e il 40% delle ragazze hanno alti livelli di zucchero nel sangue, mettendoli nel sangue. ad alto rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Complessivamente, il 35% degli adolescenti di entrambi i sessi sono nel range dell'obesità o del sovrappeso. Solo il 38% delle ragazze ha un livello di attività fisica considerato ideale, con i ragazzi che salgono al 52%.

Le ragazze hanno anche tassi di colesterolo più bassi rispetto ai ragazzi: solo il 65% rispetto al 73% di loro. Quasi il 25% degli adolescenti fumava nel mese precedente allo studio. Per quanto riguarda la pressione sanguigna, la maggior parte dei ragazzi e delle ragazze (92,9% e 93,4% rispettivamente) hanno la pressione sotto controllo.

Per i ricercatori, il problema non è facile da superare perché implica un questione culturale molto forte, soprattutto negli Stati Uniti, dove è stato condotto lo studio.

bambini Cuore soffre del

l'obesità Un altro studio condotto dalla Facoltà di Fisioterapia, PUC-Campinas, con 45 bambini da nove a 11 anni l'età, divisi in gruppi di non obesi, obesi e patologicamente obesi, ha dimostrato che le prestazioni cardiovascolare dei bambini è seriamente compromessa dai chili di troppo.

una delle scoperte è legata a limitazioni durante l'attività fisica, che può portare a un circolo vizioso , secondo il professore e ricercatore della Facoltà Mario Augusto Paschoal. "I bambini patologicamente obesi hanno grandi limiti cardiorespiratori se sottoposti a sforzo fisico rispetto ai bambini sani della stessa età.

Le cattive abitudini a cuore

Questo aspetto rende i bambini obesi non si impegnano in attività fisica a causa della mancanza di motivazione, e questo li porta ad aumentare di peso e diventare più sedentari, chiudendo il ciclo. "

Lo studio ha anche rivelato che i bambini con obesità patologica hanno raggiunto solo il 48,7% del valore di consumo di ossigeno ottenuto al picco dello sforzo fisico se rispetto a quello raggiunto dal gruppo di bambini non-obesi. "Per la salute del sistema cardiovascolare è male perché l'obesità porta a ipertensione, il diabete e lo sviluppo della malattia vascolare a causa del deposito di placche di grasso nei vasi, con il rischio futuro, molto più grande, infarto del miocardio, per esempio e gli incidenti cerebrovascolari, aumentando i tassi di morbilità e mortalità ", spiega Mario Augusto Paschoal.


Presto Adrenarche: Capire l'aspetto più veloce di brufoli e del

Presto Adrenarche: Capire l'aspetto più veloce di brufoli e del

Si è capito dai primi adrenarche l'aumento dei livelli di ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali - noto anche come ghiandole surrenali - prima di 8 anni nelle femmine e 9 anni nei maschi. Questi ormoni sono chiamati androgeni e sebbene siano correlati alle caratteristiche mascolinizzanti, sono prodotti dalle ghiandole surrenali di entrambi i sessi.

(Famiglia)

Convulsioni post-partum sono legati al rischio di disturbo bipolare

Convulsioni post-partum sono legati al rischio di disturbo bipolare

Psicosi post-partum -. Popolarmente conosciuta come la depressione post-partum - può essere considerato come una presentazione di disturbo bipolare. La maggior parte delle donne che sviluppano questa crisi, tuttavia, non ricevono una diagnosi di disturbo bipolare. La dichiarazione è da ricercatori del Aarhus University , la Danimarca, che ha condotto uno studio al fine di valutare la psicosi postpartum come innesco per il disturbo affettivo bipolare.

(Famiglia)