it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

PLoS ONE

PLoS ONE

I medici ritengono che i sintomi del morbo di Alzheimer compaiano solo dieci anni dopo l'inizio del processo di morte. cellule cerebrali. Lo studio, condotto da ricercatori del San Francisco VA Medical Center (USA), suggerisce che il test del sangue potrebbe rilevare la malattia in uno stadio meno avanzato, prolungando la vita dei pazienti. ha dimostrato che oltre la metà dei casi di Alzheimer potrebbe essere prevenuta con cambiamenti nello stile di vita e nel trattamento o nella prevenzione di questa malattia mentale cronica.L'analisi, pubblicata su The Lancet Neurology, è stata condotta con studi in tutto il mondo e coinvolto migliaia di partecipanti. Dopo aver osservato i dati, i ricercatori hanno capito che alcuni fattori sono stati fortemente associati con la malattia: l'inattività fisica, la depressione, il fumo, il diabete, l'ipertensione e l'obesità mezza età nello stesso periodo della vita. Oggi, circa 33,9 milioni di persone nel mondo soffrono di malattia di Alzheimer. Secondo lo studio, 17,2 milioni di casi (che rappresentano il 51%) sono collegati ai fattori sopra citati. Per i ricercatori, i dati suggeriscono che semplici cambiamenti nello stile di vita, come l'aumento del livello di attività fisica e l'arresto può avere un impatto importante sulla prevenzione della malattia di Alzheimer.


Qual è il miglior collutorio per gengiviti?

Qual è il miglior collutorio per gengiviti?

Spazzolatura, uso del filo interdentale e regolari consultazioni dentistiche sono le abitudini orali essenziali per prevenire le malattie parodontali, ma possiamo fare molto di più per migliorare il nostro sorriso. L'uso di un brillantante con un agente antibatterico può aiutare a ridurre i batteri in bocca e mantenere sani denti e gengive.

(Salute)

Sintomi di un infarto: dolore al petto non è unico segnale

Sintomi di un infarto: dolore al petto non è unico segnale

Le malattie cardiovascolari stanno guidando il mondo nella morte, rappresentando quasi il 30% dei decessi in Brasile. Tra questi, l'infarto miocardico acuto (AMI) è la causa principale. Secondo il Datasus, governo agenzia di controllo dei dati, ci sono stati 2028 morti per malattie cardiovascolari, nello stato di San Paolo nel mese di agosto 2013.

(Salute)