it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

L'ambiente di lavoro negativo può causare malattie come depressione e ansia

L'ambiente di lavoro negativo può causare malattie come depressione e ansia

Molte persone si chiedono: un ambiente di lavoro ostile può portare a seri problemi di salute? E la risposta, purtroppo, è sì! Disturbo bipolare, sindrome di panico e depressione sono le complicanze più comuni. Lo stress da lavoro, impatto da soprattutto ansia e l'evoluzione di questa ansia è che può diventare una malattia.

La negatività, l'insoddisfazione, lo scoraggiamento, tristezza, ansia progredisce a più gravi, tuttavia quando le persone si rendono conto della gravità del problema, è il momento di andare sul farmaco.

Se l'ambiente ostile è la causa di queste malattie, ma non si può dire, è come la storia del pollo e l'uovo, su chi viene prima Ma che un ambiente nocivo nuoce alla salute, nuoce.

Possiamo dire che l'ambiente è il terreno in cui germoglieranno i semi piantati. Se piantiamo buon rapporto, nascono fiducia e buone idee e la crescita in modo reciproco accada naturalmente.

Secondo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), "l'adesione ai principi di ambienti di lavoro sani, evitare assenze per malattia e invalidità per il lavoro, minimizza i costi e i costi sanitari associati all'alto turnover e aumenta la produttività a lungo termine e la qualità dei prodotti e dei servizi. "

Tipi di ambiente di lavoro

Ha studi che definiscono bene, tipi di ambiente. Possiamo classificare gli ambienti di lavoro in tre realtà: negativa, neutra e positiva.

Per l'ambiente negativonon richiede molta descrizione, ricorda solo la maggior parte degli ambienti che conosciamo. Persone eternamente insoddisfatto, la questione punta della lingua nelle sale, caffè e ruote conversazioni è la vita degli altri, il fallimento degli altri, come il capo o ragazzo è asino-baciare della società, vale a dire, il famoso e indispensabile pettegolezzi . Il tutto è commentato con pessimismo e negatività, ci sono felice di dire che non funziona, cosa è andato storto, non so chi ha sbagliato, e l'attenzione è sempre sui punti negativi della società e le persone che gestiscono e parteciparvi . Prendere qualcosa di diverso il suo dovere, nessun modo!

Il ambiente neutro è uno dei qualsiasi altra cosa, non importa se le cose stanno andando per il meglio o per il peggio, non fa differenza, non raggiunge me, Non ho niente a che fare con questo, l'ordine è "non fare nulla che non devi fare". Ciò che regna è l'energia rassegnata. Così fai il minimo indispensabile, parla male delle persone solo se è con molta descrizione e segretezza. Riconoscere e congratularsi con ciò che è giusto o positivo è quasi proibito.

Nell'ambiente positivo, le persone sono felici di relazionarsi, i rapporti sono più veri, non si giudicano senza avere tutti i fatti a portata di mano. Non c'è inferenza, viene controllata prima di dedurre, l'importante non è chi ha ragione, ma ciò che è meglio per la squadra, se ha senso capire le persone e le loro intenzioni, l'obiettivo principale è il bene comune. Il volontariato è un valore facilmente notato. Contributo e gentilezza sono evidenze. In questo ambiente, non è necessario "prendersi cura" delle persone, l'interesse a colpire è maggiore dell'intenzione di trascurare, perché la volontà di ognuno è di fare del proprio meglio e questa è diventata una sfida a sé stante e non è più solo un altro compito.

Nell'ambiente positivo è dove c'è l'ispirazione. Se più persone sapessero come creare organizzazioni che ispirano, potremmo vivere in un mondo in cui le statistiche sarebbero il contrario - un mondo in cui oltre l'80% delle persone amerebbe il proprio lavoro. Le persone che apprezzano il loro lavoro sono più produttive e più creative. Tornano a casa più felici e hanno famiglie più felici. Trattano meglio colleghi, clienti e consumatori. Contributi ispirati aiutano le imprese e l'economia a rafforzarsi. A volte le persone non stanno nemmeno facendo esattamente quello che vogliono, ma amano così tanto l'ambiente, che la relazione con quel lavoro diventa piacevole.

È difficile dire se sia l'ispirazione a creare un ambiente positivo o un ambiente positivo che ispira. Ma la cosa importante è forse non sapere nemmeno quale sia il primo, ma sapendo che questi fattori vanno insieme.

Se l'ambiente in cui vivi potrebbe non essere così buono, inspira, essendo il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. Questo è il consiglio di Gandhi e funziona. Ma se non senti più l'energia per impegnarti, guardati, vai a indagare, perché se la tristezza e lo sconforto crescono non accompagnati, la situazione può complicare. Finché è solo pigrizia, auto-indulgenza, o l'attacco di mettere sempre la responsabilità non è al di fuori di te, finora così buono, il problema è quando diventi maniaco quando diventi depresso.

Riconoscere il tuo ambiente di lavoro

E come fai a sapere se il tuo ambiente di lavoro ti sta facendo star male? Si ferma e guarda come ti senti al lavoro. Il modo in cui vivi nella tua azienda compromette la tua autostima? Non sto dicendo che tutto deve essere sempre un mare di rose, vicino al mondo incantato, perché l'ambiente aziendale ha già una pressione e difficoltà intrinseche alla sua natura. Ti sto dicendo di guardare alla coesistenza, alle relazioni. Pensa se sei in un ambiente senza fiducia, il che ti fa sentire spaventato e insufficiente come persona. Repensa.

La pratica quotidiana dei valori stabiliti dall'azienda è precursore dell'ambiente ideale. Verità, trasparenza, onestà, rispetto e fiducia tra gli altri, questi sono valori che devono essere presi sul serio.

Chiediti:

- Qual è secondo te l'impatto dei tuoi comportamenti sul tuo ambiente di lavoro?

- Che cosa porti con te? lavori, fai del bene o ferisci te e le persone intorno a te?

Ciò che è importante in un ambiente di lavoro è ciò che non puoi vedere. Resta sintonizzato E le persone sono principalmente responsabili della creazione di un ambiente positivo o negativo. Vuoi gente sana? Crea un ambiente sano. Vuoi un ambiente sano? Fai persone sane.

Inizia per te!

Ana Paula Bellati è psicologa, maestra e direttrice di UM%, una società di San Paolo che si occupa di coaching e sviluppo di persone.


L'allenatore porta 5 suggerimenti per raggiungere i tuoi obiettivi quest'anno

L'allenatore porta 5 suggerimenti per raggiungere i tuoi obiettivi quest'anno

L'ingegnere del popolo, stratega mentale e ispiratore Minha Vida, Fabio Di Giacomo, di UM%, ha partecipato a un nostro live in Facebook, in cui ha rivelato cinque consigli per essere più efficace nel raggiungere i suoi obiettivi per quest'anno . Abbiamo messo insieme l'elenco qui sotto e puoi ancora guardare il video qui.

(Benessere)

Uomini e donne reagiscono in modo diverso a situazioni negative

Uomini e donne reagiscono in modo diverso a situazioni negative

Un nuovo studio di Kennedy Kriger a Chicago rivela che uomini e donne reagiscono in modo diverso di fronte a una situazione negativa. I ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica per vedere come reagiscono gli stimoli cerebrali di entrambi i sessi. Sono stati osservati più di 21 uomini e 19 donne, che hanno osservato una serie di immagini forti con situazioni negative o pericolose.

(Benessere)