it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Quasi 300 milioni di persone hanno l'epatite b in tutto il mondo

Quasi 300 milioni di persone hanno l'epatite b in tutto il mondo

Uno studio condotto lo scorso Lunedi (26) dai ricercatori del Centro Polaris Fondazione Centro di Analisi delle malattie, degli Stati Uniti, ha rivelato uno scenario globale drammatica per quanto riguarda il virus HPV.

Lo studio mostra che nel 2016 circa 300 milioni di persone sono state infettate dal virus dell'epatite B (HBV) in tutto il mondo, con una prevalenza del 3,9%, ma il 90% non era ancora stato diagnosticato e solo il 5% di coloro che dovevano essere trattati lo ricevettero.

Le donne incinte sono ad alto rischio di trasmettere il virus ai loro figli e sono la principale fonte dell'attuale epidemia della malattia. Secondo lo studio, solo l'1% delle donne in stato di gravidanza sono state trattate correttamente, in modo da non accadere.

In Brasile, i ricercatori stimano una prevalenza dello 0,4% della malattia nel 2016, pari a circa 760.000 casi. Complessivamente, questo numero è uno dei migliori rispetto allo scenario globale.

Dei casi citati nel paese, sono stati diagnosticati 212.000 (28%), con 22.500 (12%) dei 184.000 pazienti eleggibili per il trattamento (carica virale di oltre 20.000 unità internazionali di DNA virale per millilitro di sangue) in terapia. D'altra parte, le istanze di donne in gravidanza infettate che ricevono antivirale per prevenire la trasmissione del virus ai loro figli sono stati registrati.

Come cambiare questo scenario?

Se l'epatite B non trattata può causare gravi problemi di salute, tra cui le malattie e il cancro di fegato, causando circa 600.000 decessi annuali in tutto il mondo. Ma sebbene il virus sia estremamente contagioso, trasmesso principalmente da madre a figlio o tra bambini, e non abbia cure, negli ultimi decenni una serie di progressi ha reso possibile la sua eliminazione: dal 1981 è disponibile un vaccino altamente efficace, e da Nel 1992, l'OMS ha iniziato a raccomandare la vaccinazione dei neonati, con la prima delle tre dosi somministrate fino a 24 ore dopo la nascita.

Il vaccino contro l'epatite B fa parte del programma nazionale di vaccinazione ed è obbligatorio. Esistono due tipi di vaccino per l'epatite B: la prima generazione contiene particelle virali ottenute dal plasma di donatori di virus, inattivate dalla formalina; la seconda generazione è preparata con il metodo dell'ingegneria genetica e ottenuta mediante la tecnologia di ricombinazione del DNA (acido desossiribonucleico). Scopri di più sul vaccino e su quali malattie previene.


In che misura il computer è responsabile dei problemi di vista?

In che misura il computer è responsabile dei problemi di vista?

Recentemente, il co-fondatore di Twitter Christopher Isaac "Biz" Stone ha inviato un messaggio a coloro che stanno navigando il loro "social network" per ore e ore: "Questo non è salutare. " Stone dice che le persone dovrebbero visitare il tuo sito, che è molto popolare, ma non dovrebbero dedicargli la vita.

(Salute)

Prurito e sangue nelle feci può indicare la malattia nella regione anale

Prurito e sangue nelle feci può indicare la malattia nella regione anale

La presenza di sintomi come il dolore a sgabello, sangue nelle feci o anche prurito anale non dovrebbe essere trascurata -. Specialmente quando persistono. Per voi di stare all'erta, controllare l'elenco dei segni più comuni della malattia nella zona anale e quando cercare cure: muco nelle feci "Il muco intestinale è una scarica gelatinosa, bianco o giallastro, prodotta naturalmente dall'intestino ( due punti) al fine di lubrificare e proteggere il percorso dello sgabello e facilitare la loro eliminazione ", spiega John proctologo Duda, della Società brasiliana di Colonproctologia ed esperto mia vita.

(Salute)