it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

National Asthma Day: le ospedalizzazioni riducono il 51% in dieci anni

National Asthma Day: le ospedalizzazioni riducono il 51% in dieci anni

Il 21 giugno, oltre ad essere il primo giorno dell'inverno in Brasile, è il National Asthma Control Day. Secondo il Ministero della Salute, il Brasile presenta progressi nella cura dei pazienti asmatici a cui partecipa l'Unified Health System (SUS). Il numero di ricoveri nella rete sanitaria pubblica è diminuito del 51% negli ultimi 10 anni: è diminuito da 397.333 nel 2000 a 192.601 nel 2010. La diminuzione è dovuta, tra l'altro, all'espansione dell'accesso ai farmaci da parte di SUS e al lavoro dei professionisti della Family Health Strategy, focalizzata sulla prevenzione e azioni di promozione della salute.

L'asma è una malattia respiratoria che non ha cura, ma se controllata, l'asmatico può condurre una vita normale basata sui farmaci farmaci anti-infiammatori e broncodilatatori, che sono sostanze farmacologicamente attive - promuovendo la dilatazione bronchiale - e popolarmente conosciuti come "bombinhas". Il clima freddo e secco di questa stagione favorisce la diffusione della malattia, che può portare a attacchi respiratori e aumentare la richiesta di cure di emergenza.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rileva che circa 150 milioni di persone in soffre di malattia Di questo totale, il 60% sono bambini. In questa classifica, il Brasile occupa l'8 ° posto nel numero di asmatici, responsabile di circa 2,2 milioni di visite al pediatra all'anno. La malattia raggiunge il 10% della popolazione brasiliana ed è responsabile di 400 mila ricoveri e 2 mila morti all'anno, secondo l'Associazione brasiliana di allergia e immunopatologia (Asbai).

Secondo il pneumologo Carlos Carvalho, c'è un aumento di circa il 30% nel numero di casi frequentati all'ospedale in questo periodo dell'anno. "Il clima secco, le particelle di fumo, i gas irritanti, le sostanze chimiche e i potenziali allergeni nell'atmosfera aggravano le crisi asmatiche", afferma.

Inoltre, spiega che l'inverno è un periodo difficile per vari tipi di problemi respiratori, compresa l'asma, soprattutto quando l'umidità relativa dell'aria è inferiore al 40%. "In inverno, ci sono un certo numero di aggravamenti che aumentano gli attacchi di asma: evitare l'esposizione a freddo, tempo secco con bassa umidità relativa aiuta a ridurre l'incidenza degli attacchi d'asma durante questo periodo."

Oltre agli allergeni , lo stress sul lavoro può aumentare le probabilità di sviluppare l'asma fino al 40%, secondo una ricerca dell'Università di Heidelberg in Germania. I ricercatori sono giunti a questa conclusione attraverso il follow-up a otto anni di oltre 5.000 persone di età compresa tra 40 e 65 anni.

Lotta contro l'asma

In un sondaggio appena completato dalla Johns Hopkins School of Medicine, negli Stati Uniti, i medici hanno scoperto che il consumo di folati allevia i sintomi delle allergie respiratorie. E l'arancia è una grande fonte di questa vitamina, che si trova anche nelle foglie verde scuro, nelle carote e nei cereali. I ricercatori hanno anche notato che le allergie cutanee diminuiscono con il consumo regolare di folati.

Oltre al consumo di alcuni frutti, l'esercizio fisico aiuta anche a combattere l'asma. Uno studio condotto dall'ospedale das Clínicas, Facoltà di Medicina dell'Università di San Paolo (USP), ha rilevato che praticare attività fisica riduce i sintomi dell'asma fino al 60%.


Daniele Valente rivela che la fibromialgia è

Daniele Valente rivela che la fibromialgia è

L'attrice Daniele Valente ha detto profilo su Instagram un anno fa è stata diagnosticata la fibromialgia. Scopri l'attrice distacco qui La fibromialgia è una sindrome comune in cui una persona si sente dolore in tutto il corpo per lunghi periodi, di tenerezza nelle articolazioni, muscoli, tendini e altri tessuti molli.

(Salute)

Gli atleti di resistenza potrebbero essere più inclini all'erosione da acido e carie

Gli atleti di resistenza potrebbero essere più inclini all'erosione da acido e carie

Lo studio, Effetto di Allenamento Resistenza sull'erosione dentale, carie e saliva, pubblicato online il 11 giugno nella Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports, valutati 35 triatleti che si sono allenati almeno cinque ore alla settimana e 35 persone che non hanno esercitato. I partecipanti hanno compilato un questionario, indicando età, sesso, altezza, peso, pratiche di igiene orale e numero di ore di allenamento settimanale.

(Salute)