it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

WELLNESS

WELLNESS

Secondo una ricerca condotta da ricercatori dell'Università del Michigan negli Stati Uniti, un un breve snooze, di circa un'ora, è sufficiente per ridurre l'impulsività e affrontare meglio le frustrazioni.

Il sondaggio ha avuto 40 partecipanti, di età compresa tra i 18 ei 50 anni, ed è stato condotto in due fasi. Nel primo, dopo tre notti di sonno normale, i partecipanti sono stati sottoposti a test informatici che non potevano essere risolti, in modo che gli studenti potessero analizzare le loro reazioni alla frustrazione di non aver completato il compito. Inoltre, hanno anche risposto ad alcuni questionari, che cercavano di mettere in relazione le risposte date a caratteristiche specifiche, come l'umore e l'impulsività.

Già nella seconda fase della ricerca, alcuni partecipanti sono stati scelti casualmente per fare un sonnellino di un'ora. Tutti hanno ripetuto il test e i ricercatori hanno confrontato i risultati con quelli ottenuti in precedenza.

Secondo loro, prima che alcuni partecipanti facessero un pisolino, tutti e 40 impiegavano esattamente la stessa quantità di tempo per provare a risolvere il test impossibile. Tuttavia, una volta svegli, coloro che hanno fatto il pisolino sono stati più determinati a risolvere il test e hanno dedicato più tempo a cercare di risolverlo rispetto a quelli che non hanno dormito. Inoltre, i partecipanti che sono stati sottoposti a snooze sono stati anche meno impulsivi di quelli che non sono stati sottoposti a screening per l'ora extra di sonno.


Bupropione: effetti collaterali e come funziona la cessazione dell'abitudine al fumo

Bupropione: effetti collaterali e come funziona la cessazione dell'abitudine al fumo

Come funziona il Bupropione La nicotina stimola il rilascio di dopamina nelle aree di benessere del cervello. Quando l'effetto della nicotina finisce, c'è una riduzione della dopamina e questo fa sì che la persona desideri nuovamente fumare, con conseguente dipendenza. Il bupropione agisce in competizione con la nicotina per i recettori della dopamina, causando il rilascio di un'altra sigaretta per il benessere, che diventa sempre meno necessaria.

(Benessere)

Giovanna Antonelli rivela che aveva la sindrome di panico

Giovanna Antonelli rivela che aveva la sindrome di panico

L'attrice Giovanna Antonelli ha rivelato in un'intervista con sito Puro persone che hanno sofferto di sindrome di panico quando era più giovane. "Ho avuto molta paura durante la mia infanzia, sono stato aggredito 12 volte, c'è stato un momento in cui ho visto l'autobus e ho tremato tutto", ha detto, che si è appena ripresa da un'operazione di diastasi.

(Benessere)