it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

L'epidemia di micosi è passata da un gatto all'altro in Brasile

L'epidemia di micosi è passata da un gatto all'altro in Brasile

Una malattia poco conosciuta si sta diffondendo in tutto il paese. La sporotricosi è una micosi causata da un fungo presente nel terreno, Sporothrix. Il gatto è la più grande vittima del problema, che provoca gravi lesioni cutanee e può essere fatale se non trattata adeguatamente.

Attraverso graffi, animali infetti trasmettono il fungo ad altri gatti, cani e anche i loro proprietari. I segni di contaminazione negli esseri umani appaiono sotto forma di lividi sulla pelle, a partire da un piccolo nodulo rosso e possono svilupparsi in una ferita.

Negli animali, i principali sintomi di contaminazione sono frequenti starnuti e ferite, soprattutto sulla testa. Le lesioni sono profonde, non guarire, hanno pus e diffuse al resto del corpo.

L'infezione può essere curata, ma il trattamento è costoso e richiede tempo, in modo da primi segni della malattia è necessario consultare immediatamente un medico. Non esiste ancora alcun vaccino o medicina preventiva sporotricosi. Per evitare la contaminazione, è ideale per evitare il contatto con terreno umido in cui il fungo può essere trovato.

Nel 2013, la malattia ha ora preavviso a causa dello stato di iperendemiche sporotricosi nello stato di Rio de Janeiro. Secondo le informazioni raccolte solo nel INI / Fiocruz, un'unità di riferimento a Rio de Janeiro nel 2015 sono stati diagnosticati oltre 5000 casi umani e 4 000 casi felini.

Secondo i dati della sorveglianza sanitaria del comune di Rio de Janeiro, nel 2015 ci sono stati 3.253 casi felini. Con un aumento del 400% nel numero di animali diagnosticati l'anno successivo, circa 13.536 chiamate in istituti pubblici veterinari negli casa o comunità di assistenza.

Il Dipartimento della sanità città ha registrato 580 casi umani nel 2016. Già nel 2015 record è stato di 516 pazienti con infezione della pelle e 327 casi nel 2014. Queste statistiche si riferiscono solo ai casi segnalati.

veterinaria Isabella Dib Gremião, il Laboratorio di ricerca clinica in dermatozoonoses animali domestici Malattie infettive del National Institute Evandro Chagas alla Fondazione Oswaldo Cruz (INI / Fiocruz), è il primo autore di un lavoro che è stato appena pubblicato in PLoS Pathogens ufficiale sulla trasmissione di sporotricosi fra i gatti e gli esseri umani.

i ricercatori dicono che sporotricosi umana non è un malattia di notifica obbligatoria e, quindi, la sua esatta prevalenza è sconosciuta. Inoltre, non si sa come il fungo ha iniziato a infettare i gatti, sporotricosi finora è stata considerata una malattia molto sporadica.

Nel caso della lotta è necessario che il governo di creare nuove forme di diagnosi, migliorare l'accesso alla medicina e realizzare anche campagne educative sulla cura responsabile dell'animale.

Con informazioni dall'agenzia Fapesp.


I livelli di vitamina D della madre possono influire sulla salute dentale del bambino

I livelli di vitamina D della madre possono influire sulla salute dentale del bambino

I ricercatori canadesi hanno identificato una correlazione tra l'assunzione di vitamina D della madre durante la gravidanza e la salute dentale del bambino. La vitamina D regola i livelli di calcio e fosforo nel sangue in due modi: favorirne l'assorbimento, dal cibo, nell'intestino e il riassorbimento del calcio nei reni.

(Salute)

Virus Zika e Olimpiadi: bisogna stare attenti ma non lasciarsi prendere dal panico

Virus Zika e Olimpiadi: bisogna stare attenti ma non lasciarsi prendere dal panico

Alla vigilia delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riferisce che, dal momento che il Brasile è uno dei paesi in cui il virus Zika è stato infettato, dovrebbero essere prese alcune precauzioni speciali. essere seguito per prevenire la trasmissione del virus. Raccomandazioni e necessità di prevenzione Le raccomandazioni per la prevenzione di Zika comprendono l'evitare le punture di zanzara.

(Salute)