it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Crampi muscolari: come evitare e alleviare

Crampi muscolari: come evitare e alleviare

crampi dolorosi ed estremamente scomode sono per definizione contrazione involontaria di un muscolo scheletrico che ha la sua quota di contrarsi e rilassarsi eseguita attraverso segnali nervosi comandate dalla volontà cioè volontariamente.

nell'attività fisica (sport o altro) appaiono come un sintomo di stanchezza, gli sforzi che hanno già esaurito le sostanze nutritive, enzimi, elettroliti, acqua e altri, danneggiando il comando responsabile per l'azione dei muscoli durante catena di movimento necessaria per il gesto sportivo eseguito in quel momento.

Alcune malattie croniche e alcuni farmaci di uso continuo possono avere crampi come effetto collaterale. Certo che sono la stessa attività fisica, ma completamente diverso nella sua causa primaria.

Evitare il crampo non è molto semplice compito, perché il suo aspetto è multifattoriale e qui ci sono alcune raccomandazioni.

Come prevenire i crampi muscolari

  • Tenere È costantemente idratato: questa raccomandazione - rifornimento idrico, si applica giorno per giorno e non solo a quello in cui si svolge l'attività o anche durante la sua esecuzione. Evita giorni e ore di calore più intenso. Il controllo della temperatura corporea in questi momenti ti farà perdere più acqua ed elettroliti rispetto ai giorni freschi. Si noti che molti maratoneti usano l'acqua per raffreddare il corpo, a volte perché si considerano ben idratata e conoscere l'importanza del controllo della temperatura corporea
  • - Evitare di freddo estremo: la contrazione muscolare è parte del riscaldamento per mantenere la temperatura corpo. La stimolazione continua del nervo per la produzione di calore può causare crampi
  • Prendi test e gare delle dimensioni della tua forma fisica. Ricorda che la fatica è l'innesco per i crampi. Conoscere il limite è fondamentale in modo che non accada
  • Dormire bene la notte alla vigilia delle competizioni e degli sforzi intensi. Evitare di bere alcolici poiché causa disidratazione acuta, tutto ciò che non vorrete per il giorno successivo.

E se, nonostante tutte le cure, si verificasse il crampo? Cosa fare? Um, stai molto attento al momento. Come ho commentato, il crampo lascia il muscolo in uno stato prolungato di contrazione e di "annullare" dovrebbe essere allungato. Semplice, non è vero? No!

Consigli di base per alleviare i dolori

  • Se sei il malato, prova a concentrarti e? Comandi? di nuovo il muscolo per rilassare e annullare la contrazione. Immaginare il movimento contrario a ciò che prova a fare potrebbe essere la via d'uscita. Dovrebbe rilassarsi per consentire questo gesto necessario per la mossa proposta.
  • Non ha funzionato volontariamente, attivamente, chiedere a qualcuno di fare questa mossa per te. Ma attenzione: deve essere fatto in un modo estremamente delicato perché è un movimento antagonista al comando della contrazione. Ricordate che il muscolo non allungare (contratti e rilassa), e se la forza è eccessiva crampo diventa rompere con l'attività fisica più un muscolo.

E, infine, non c'è rimedio per crampi negli sport se non seguendo le regole generali del buon condizionamento e di una vita sana. Rispetta i tuoi limiti e sii felice!


Jerry Adriani ha il cancro e richiede famiglia preghiere

Jerry Adriani ha il cancro e richiede famiglia preghiere

A 70, il cantante Jerry Adriani ha scoperto il cancro e le sue attuali condizioni di salute sono delicate, secondo la famiglia. È stato ricoverato in ospedale da giovedì (6) in un ospedale di Barra da Tijuca, a Rio de Janeiro. Alcuni dei precedenti, il 2 marzo, era stato ricoverato in ospedale con un colpo alla gamba.

(Salute)

L'insulina con 40 ore di durata promette meno iniezioni a pazienti con diabete

L'insulina con 40 ore di durata promette meno iniezioni a pazienti con diabete

Approvata dalla Commissione Europea dei Medicinali, questa insulina promette di rivoluzionare il trattamento del diabete. Questo perché la sua azione è di circa 42 ore e presenta un profilo di stabilità nel controllo del glucosio. Il risultato è che il paziente può applicarlo in media una volta ogni due giorni, oltre a consentire flessibilità nei programmi applicativi.

(Salute)