it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Conoscenza di otto trattamenti per il cancro della pelle non melanoma

Conoscenza di otto trattamenti per il cancro della pelle non melanoma

Nella Giornata Nazionale contro il cancro della pelle (30 novembre), la Società Brasiliana di Dermatologia (SBD) promuovono una giornata intera dedicata ad esaminare la popolazione per la prevenzione e la diagnosi di che si prevede di registrare più di 140.000 nuovi casi quest'anno in Brasile, secondo le stime del National Cancer Institute (INCA). Quest'anno, circa 4.000 medici volontari e altri operatori sanitari faranno assistenza gratuita in 139 stazioni di servizio sanitario in 24 stati. Tra le 9:00 e le 15:00, il paziente sarà sottoposto a valutazione clinica e, se diagnosticato con un tumore della pelle, sarà chiamato a curare la malattia - tutto gratuitamente. Chiunque in uno di questi post avrà accesso a discorsi informativi e riceverà volantini con informazioni sulla malattia e sulla protezione solare.

Per coloro che sono già stati diagnosticati con il cancro della pelle non melanoma, il trattamento più appropriato, chiamato "gold standard", è un intervento chirurgico per curare il cancro. rimozione del tumore. "In questo modo, la chirurgia è sempre la prima scelta di trattamento per il cancro della pelle", afferma il dermatologo Marcus Maia, coordinatore del National Skin Cancer Control Program della Brazilian Society of Dermatology. Tuttavia, alcune persone potrebbero non avere alcuna indicazione per la chirurgia - di solito persone anziane con comorbilità o persone costrette a letto, che hanno difficoltà di locomozione. Ci sono altre situazioni in cui la sola chirurgia può non essere sufficiente per il ritiro totale del tumore, o il comportamento del tumore può richiedere altre misure. In questi casi, il medico può indicare altre misure per eradicare il cancro. Capire come è fatto l'intervento chirurgico per cancro della pelle e conoscere altre opzioni di trattamento quando la procedura non è indicato:

L'asportazione chirurgica

La chirurgia è considerata il gold standard tra i trattamenti disponibili per il cancro della pelle, dalla valutazione dei margini del tumore. L'escissione chirurgica viene eseguita con un bisturi e consiste nella rimozione della pelle contenente la lesione più un margine di sicurezza della pelle non cancerosa, la cui dimensione varia a seconda del tipo di tumore. È analizzando tale margine che gli specialisti si assicureranno che il tumore sia stato completamente rimosso. Questo intervento è indicato per tutti i tipi di cancro della pelle. "I rischi sono di piccole dimensioni, a seconda della situazione clinica del paziente e l'estensione del tumore," dice il dermatologo Paul Issa, il coordinatore della campagna di sensibilizzazione per il cancro della pelle Società Brasiliana di Rio de Janeiro regionale Dermatologia (SBD-RJ) . Tuttavia, ci sono alcune condizioni che possono controindicare un intervento chirurgico, e queste dovrebbero essere indicate dal medico. . In questi casi, ci sono altri trattamenti che possono essere utilizzati

Mohs Surgery

L'escissione chirurgica è il trattamento gold standard per il cancro della pelle - Foto: Getty Images

Questa tecnica è un miglioramento nella chirurgia di serie , permettendo la visualizzazione microscopica delle cellule tumorali, rendendo così possibile il suo ritiro selettivo, con danni minimi alla pelle normale. "I tumori con confini scarsamente delimitati e neoplasie ricorrenti dopo un trattamento adeguato sono al centro della procedura", afferma il dermatologo Selma Cernea dell'israelita Albert Einstein Hospital. La chirurgia di Moh è indicata anche per i tumori della pelle più aggressivi, che presentano una maggiore possibilità di recidiva, per assicurarsi che il tumore sia stato completamente rimosso. Durante un intervento estensivo, il chirurgo usa un bisturi per rimuovere la porzione visibile del cancro insieme a uno strato sottile. del tessuto sottostante Quindi il chirurgo porta questo tessuto al laboratorio per l'analisi in modo che possa sapere quanti strati di tessuto sono stati esattamente colpiti dal cancro della pelle e in quali posizioni. Il tessuto viene valutato, il medico saprà esattamente dove si trovano le cellule tumorali, se è necessario continuare a rimuovere il tessuto e dove. In questo modo, gli strati cutanei contenenti il ​​tumore vengono progressivamente rimossi ed esaminati fino a quando solo il tessuto non ha cancro. L'obiettivo è quello di rimuovere il più possibile il cancro della pelle con danni minimi al tessuto sano circostante.

Unguenti immunomodulanti

"Alcuni tumori molto superficiali e piccoli possono essere trattati con unguenti immunomodulanti con buoni risultati", afferma il dermatologo Selma. Secondo il dermatologo Marco Maia, coordinatore del cancro della pelle Controllo Nazionale della Società Brasiliana di Dermatologia programma, unguenti sono comunemente utilizzati per il trattamento della pelle, dove è stato rimosso il tumore, dal momento che le cellule che circonda il cancro che ci esistito potrebbe già essere diventato canceroso - e l'unguento assicura il trattamento di quelli. Questi prodotti agiscono modificando la risposta immunitaria dell'organismo, favorendo la remissione di specifiche lesioni cutanee. Secondo il dermatologo Paul, l'applicazione della pomata può essere indicata per carcinomi basocellulari superficiali sulle lesioni tronco faccia non molto esteso e senza infiltrazione - tranne nella zona denominata T, corrispondente alla regione della fronte, naso e mento - e, nel caso dei carcinomi spinocellulare "in situ". Il trattamento dura da sei a dodici settimane e di solito causa una grande irritazione nell'area applicata, con comparsa di arrossamento, gonfiore e desquamazione. Marcus sostiene inoltre che questa terapia viene utilizzata come eccezione, dal momento che i tumori superficiali può anche essere rimosso con un intervento chirurgico

terapia fotodinamica

Alcune persone non possono avere un'indicazione per la chirurgia -. Generalmente più anziani con una comorbilità o di persone costrette a letto , che ha difficoltà di locomozione

"Questo può essere usato con successo per il trattamento dei carcinomi basali superficiali e primitivi del viso," spiega il dermatologo Paulo. Secondo Selma Cérnea, la terapia fotodinamica è indicata anche per i pazienti con un gran numero di lesioni premaligne sul viso o sul cuoio capelluto. Il trattamento viene eseguito con l'applicazione iniziale di una crema, che deve rimanere sulle aree da trattare per circa due o tre ore. Dopo questo periodo il paziente deve essere esposto per alcuni minuti a una specifica lunghezza d'onda. Questo periodo di esposizione provoca un bruciore nella pelle che, spiega Selma, può essere piuttosto doloroso. "Nei giorni successivi alla procedura c'è arrossamento e gonfiore sulla pelle trattata, ma con il passare del tempo i risultati estetici sono generalmente molto buoni." Il prodotto utilizzato per la terapia fotodinamica non sono disponibili in commercio e deve essere trattato in pratica.

Crioterapia

solitamente fatto applicando azoto liquido, crioterapia è indicato per il trattamento di lesioni precancerose, tumori ben definito, localizzata tumori nelle zone che non sono a rischio di avere penetrazioni profonde, i tumori superficiali tronco o tumori primari sulla faccia inferiore o uguale a mezzo centimetro e non ricorrente. È anche un'opzione per i pazienti che sono debilitati, hanno un pacemaker o sono trattati con anticoagulanti. "La tecnica funziona con l'uso di azoto liquido, conservato a 196 gradi Celsius negativi, che a contatto con la pelle va a negative 70 gradi Celsius circa, causando la distruzione delle cellule tumorali", ha detto Paul Issa. La crioterapia causa spesso vesciche che causano la distruzione dei tessuti attraverso un'ustione della pelle. "Meritano impacchi e bendaggi di applicazioni di terapia intensiva su siti trattati, e tuttavia possono causare cicatrici", dice Selma dermatologo.

curettage ed elettrocoagulazione

Paolo ha dermatologo che raschiamento è un metodo utilizzato per rimuovere varie lesioni cutanee, sia benigne che maligne, utilizzando uno strumento chiamato curette. La procedura è una sorta di raschiamento della pelle, rimuovendo così gli strati superficiali della pelle. "L'elettrocoagulazione è una tecnica chirurgica eseguita con un ago con corrente elettrica, in cui il calore viene rilasciato sulla pelle, distruggendo la base del cancro che non è stata rimossa dal curettage", dice. La procedura, chiamata anche elettrocauterizzazione, è indicata per il trattamento di carcinomi a cellule basali multiple, preferibilmente superficiali, sia nel tronco che nella faccia. Questo è anche un trattamento di eccezione per la chirurgia

Laser a CO2

Proprio come l'elettrocauterio, la distruzione dei tessuti causata dal laser a CO2 avviene per via del calore. "La grande differenza è che questa tecnica v'è una più precisa applicazione di energia, causando tumore della pelle sana nel quartiere sarà risparmiato, con conseguente meno cicatrici", dice Selma dermatologo. È indicato per il trattamento di tumori ben delimitati e superficiali. Secondo Paulo Issa, il laser a CO2 è anche uno strumento per migliorare le cicatrici da altri trattamenti per il cancro della pelle. "E 'vaporizza la pelle in cui si trova la cicatrice, consentendo la formazione di nuovi strati di pelle con una migliore qualità al loro posto."

Radioterapia

"La radioterapia è attualmente poco utilizzato in trattamenti contro il cancro della pelle, dovrebbe essere indicato nei casi in cui il paziente non presenta condizioni chirurgiche o non può essere indirizzato per altri trattamenti ", afferma Selma Cernea. Può anche essere usato come complemento alla chirurgia nei tumori più aggressivi o che si sono diffusi ai linfonodi. Dovrebbe essere fatto in ufficio e l'applicazione è quotidiana, e il suo trattamento genera infiammazioni nella pelle. "La radioterapia dovrebbe essere evitato nei giovani pazienti con una storia di irradiazione preventiva e / o eccessivamente la luce, e non hanno alcuna indicazione per aree soggette a traumi, come prominenze ossee, e le aree di crescita dei capelli, come ciglia e sopracciglia," l'avviso dermatologo Paulo.


L'ipoglicemia funzionale può essere diagnosticata in modo più chiaro

L'ipoglicemia funzionale può essere diagnosticata in modo più chiaro

L'ipoglicemia funzionale è la causa di molti sintomi e problemi, che spesso confondono le diagnosi. Oggigiorno è estremamente frequente, principalmente a causa delle moderne abitudini alimentari. Ma, dopo tutto, cos'è l'ipoglicemia? È il calo della glicemia (chiamato glucosio). Curiosamente, si verifica proprio a causa del consumo esagerato di zucchero stesso.

(Salute)

Nuovo trattamento del cancro potrebbe sostituire la chemioterapia

Nuovo trattamento del cancro potrebbe sostituire la chemioterapia

Il cancro è una delle malattie più temute attualmente dovuti la sua complessità. Il trattamento contro i tumori, anche se di solito è efficace, è accompagnato da orribili effetti collaterali. Inoltre, nel processo di chemioterapia e radioterapia, quando le cellule tumorali vengono distrutte, vengono anche danneggiate molte cellule sane.

(Salute)