it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Il vaccino HPV può prevenire il cancro del collo dell'utero del 70%

Il vaccino HPV può prevenire il cancro del collo dell'utero del 70%

vaccino contro il cancro cervicale è la quarta causa di morte tra le donne in Brasile e il terzo tipo di tumore maligno con la più alta incidenza tra il pubblico femminile, secondo il National Cancer Institute - INCA . . Ogni anno vengono diagnosticati più di 15.000 nuovi casi nel paese, di cui 5000 portano alla morte

I dati relativi alla malattia sono molti, ma la causa principale della malattia è l'infezione con il virus del papilloma umano - HPV. Attualmente ci sono più di 100 tipi di HPV, la trasmissione del virus avviene attraverso contatti sessuali non protetti e provoca un'infezione genitale. Quando si verifica l'infezione, i sintomi non si manifestano in modo rapido, che può provocare la malattia essere rilevato solo in una fase avanzata.

Noto anche come verruche genitali, cresta di gallo, fichi o cavallo cresta, infezione da HPV di solito provoca verruche di varie dimensioni che possono trovarsi nella vagina, nella vulva, nella regione dell'ano e nella cervice. lesioni da HPV possono anche apparire nella bocca e nella gola.

L'infezione genitale causata da HPV è molto comune e quando non è identificato o trattata adeguatamente, può causare alterazioni cellulari che provocano telaio neoplasia cervicale. Questi cambiamenti cellulari possono essere facilmente scoperti sul pap test ginecologico e sono curabili in quasi tutti i casi. E 'quindi importante effettuare regolarmente questo esame.

Un vaccino per la prevenzione

Oltre a l'uso del preservativo durante i rapporti sessuali e la conduzione del Pap test, una forma di prevenzione del virus HPV e quindi contro Il cancro cervicale è il vaccino. E 'arrivata in Brasile nel 2007 cliniche esclusivamente privati, ma dal marzo 2014 ha trascorso parte del Calendario Nazionale NHS vaccinazione ed è disponibile in pubblico per le ragazze 9-13 anni.

vaccino contro l'HPV campagna

Secondo la Brazilian Society of Immunizations (SBIM), il vaccino HPV può ridurre del 70% la possibilità di cancro cervicale. Ci sono attualmente due tipi di vaccino contro il papillomavirus umano: il quadrivalente e il bivalente. Il primo è consigliato per i ragazzi e le ragazze tra 9:26 anni e consiste del virus 16, 18, 6 e 11, gli ultimi due sono la causa dei condilomi genitali nel 90% dei casi. È importante ricordare che la risposta immunologica al vaccino è migliore se applicata fino a 15 anni, perché in questa fase le ragazze producono fino a 10 volte più anticorpi di quelli più anziani.

Campagna nazionale

Nella prima metà del 2015 il Ministero della Salute ha avviato una campagna di vaccinazione contro l'HPV per le ragazze di età compresa tra 9 e 11 anni. Ad agosto, 2,5 milioni di giovani hanno ricevuto la prima dose del vaccino quadrivalente. In totale saranno offerte tre dosi dell'immunizzazione. La seconda dose è disponibile dall'8 settembre in SUS. Coloro che hanno assunto la prima dose nel 2014 o all'inizio del 2015 possono già frequentare il posto di salute con la scheda di vaccinazione per ricevere il complemento del vaccino. La terza dose dovrebbe essere presa cinque anni dopo, secondo il calendario SUS.

Anche la fascia d'età è stata estesa e ora contempla le ragazze fino a 13 anni di età. Inoltre, le donne tra 9 e 26 che sono portatrici del virus HIV possono anche prendere il vaccino presso le cliniche. L'immunizzazione è disponibile anche in cliniche private per ragazzi e ragazze dai 9 anni di età e adulti.

Ondata di cancro

Come mezzo per incoraggiare le persone a prendere la seconda dose del vaccino HPV, la Brazilian Immunization Society ha creato la campagna Onda Contra o Câncer. Il sito web del progetto è stato lanciato l'8 settembre e fornisce informazioni pertinenti sul vaccino. L'obiettivo è per tutti di entrare in questa ondata e il Brasile può ridurre le statistiche relative all'incidenza del cancro cervicale. Per accedere qui clicca qui


Gli acidi grassi polinsaturi possono ridurre l'incidenza della malattia gengivale

Gli acidi grassi polinsaturi possono ridurre l'incidenza della malattia gengivale

Journal of American Dietetic Association Continua a leggere sul sito web di Colgate.

(Salute)

Comprendere i modelli e i rischi di consumo eccessivo di alcol

Comprendere i modelli e i rischi di consumo eccessivo di alcol

L'impatto del consumo dannoso di alcol sulla salute pubblica è considerevole, sia in termini di morbilità che di mortalità. Oltre ad agire nel funzionamento cerebrale (deprime le attività del Sistema Nervoso Centrale), questa sostanza agisce anche direttamente su diversi organi - come il fegato, il cuore e la parete dello stomaco - contribuendo a rendere ancora più complessi i loro effetti sulla salute.

(Salute)