it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Lo studio ha studiato diversi tipi di zucchero e ha scoperto che il glucosio e il saccarosio sono i più dannosi perché rallentano l'attività cerebrale

Lo studio ha studiato diversi tipi di zucchero e ha scoperto che il glucosio e il saccarosio sono i più dannosi perché rallentano l'attività cerebrale

ha rilevato che alcuni zuccheri interessano anche . il cervello per un periodo di quattro mesi, l'indagine ha incluso 49 volontari che hanno consumato dopo un digiuno di 10 ore, quattro tipi di zuccheri: saccarosio, glucosio, fruttosio (che si trova nella frutta) e sucralosio ( dolcificante). Dopo l'ingestione, tutti i test sono stati sottoposti con domande e risposte, la matematica e l'altro per misurare l'effetto Stroop, che valuta il tempo di reazione e la velocità di elaborazione delle informazioni. La conclusione ha indicato che il glucosio e saccarosio interferito nel tempo di reazione dei volontari, rendendoli più lenti. "Questi risultati indicano che gli effetti cognitivi di zucchero è improbabile che siano mediati dalla dolcezza percepita di zucchero, ma dal glucosio.", Ha detto lo scienziato Mei Peng, autore dello studio.

Tuttavia, il ricercatore ha anche riflessi che "sono necessari ulteriori studi per quantificare il cambiamento delle diverse regioni del cervello dopo l'ingestione di zucchero".


6 Alimenti che sono antinfiammatorio naturale

6 Alimenti che sono antinfiammatorio naturale

La bacca di goji è il frutto della pianta Lycium barbarum, una specie originario delle montagne tibetane, con molte proprietà medicinali, ricco di aminoacidi e vitamine. Contiene carotenoidi antiossidanti, tra cui beta-carotene e zeaxantina, che protegge gli occhi. La bacca di Goji è la più grande fonte conosciuta di carotenoidi in natura.

(Cibo)

L'acqua potabile è ancora più importante in estate

L'acqua potabile è ancora più importante in estate

L'estate è un periodo di caldo intenso e quindi le persone tendono a sudare più che in altre stagioni. Con l'aumentare della temperatura, aumenta il rischio di disidratazione, dal momento che le perdite nette sono più intensi, quindi è fondamentale che si mangiano con maggiore regolarità. Se la pratica di attività fisica, comune nel periodo di vacanza, Il bisogno di acqua aumenta per reintegrare le perdite con il sudore.

(Cibo)