it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Chirurgia Il diabete può essere più efficace di trattamento convenzionale

Chirurgia Il diabete può essere più efficace di trattamento convenzionale

Uno studio condotto dalla University of Pennsylvania, negli Stati Uniti, ha valutato l'efficacia di un intervento chirurgico diabete rispetto al trattamento terapia convenzionale con farmaci orali e applicazione di insulina.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti sottoposti a intervento chirurgico hanno avuto un calo del 21% dei livelli di glucosio nel sangue dopo un anno. Il trattamento convenzionale, tuttavia, ha comportato un aumento del tasso dell'11%.

Prima dell'operazione, l'84,3% dei pazienti assumeva farmaci per controllare la malattia e un anno dopo la procedura, solo il 22,4%

Nel gruppo di trattamento convenzionale, tuttavia, la percentuale di pazienti che necessitano di insulina o di farmaci per via orale è balzata dal 66,7% all'82% in un anno.

Nel gruppo sottoposto a chirurgia , i livelli di glucosio nel sangue sono passati da una media del 7,5% nel periodo preoperatorio al 5,8% dopo un anno, raggiungendo il 6,1% dopo tre anni. Per coloro che hanno ricevuto un trattamento convenzionale, i livelli sono aumentati da una media del 7% al 7,8% dopo 3 anni.

Per i ricercatori, i buoni risultati della chirurgia per il controllo del diabete di tipo 2 sono fondamentalmente dovuti al fatto che, a due fattori: perdita di peso del paziente e, soprattutto, cambiamenti ormonali.

Secondo il Consiglio federale di medicina (CFM), la chirurgia del diabete può essere indicata per il trattamento di pazienti diabetici di tipo 2 con BMI di massa corporea - peso diviso per l'altezza al quadrato) superiore a 35. CFM è ancora in fase di studio per rilasciare la procedura per i pazienti con BMI tra 30 e 35. Per i pazienti con BMI inferiore a 30 l'intervento non è ancora indicato.

L'American Diabetes Association raccomanda di mantenere i livelli di glucosio nel sangue al di sotto del 7%. Il diabete è una malattia metabolica che compromette il modo in cui il corpo assorbe il glucosio necessario per il mantenimento delle attività vitali.

Dopo la digestione, il glucosio passa nel flusso sanguigno, dove viene utilizzato dalle cellule per produrre energia, utilizzata dal corpo. Tuttavia, perché il glucosio penetri nelle cellule, ha bisogno dell'aiuto di un'altra sostanza, l'insulina.

L'insulina è un ormone prodotto nel pancreas, una grande ghiandola situata dietro lo stomaco. Quando ci nutriamo, il pancreas produce automaticamente la giusta quantità di insulina necessaria per spostare il glucosio dal sangue nelle cellule del corpo.

Nelle persone con diabete, tuttavia, il pancreas produce insulina troppo poco altrimenti le cellule non rispondono come previsto insulina prodotta. Pertanto, il glucosio nel sangue entra direttamente nelle urine senza che il corpo ne approfitti, o entri nel sangue, aumentando i tassi di glucosio, la concentrazione di glucosio nelle cellule. Si ritiene che il diabete sia direttamente correlato all'obesità.

Sebbene non sia stata dimostrata alcuna relazione diretta, la maggior parte dei diabetici è obesa e le cause della malattia sono nella storia familiare e nello stile di vita.

Secondo Il 67,6% degli intervistati è normale o in sovrappeso e gran parte di essi, il 79,6%, è portatore di diabete di tipo 2, ovvero di tipo acquisito attraverso l'assunzione eccessiva di zucchero nella dieta. Quasi il 95% dei pazienti ha il diabete di tipo 2, che inizia nell'età adulta, di solito dopo i 40 anni. Il restante cinque percento sono diabetici di tipo 1 (che di solito compaiono durante l'infanzia e dipendono dall'insulina).


Primo caso di ameba che

Primo caso di ameba che "mangia cervello" è registrato in Argentina

Questi casi , chiamati meningoencefalite amenianas primari sono rare ed è la prima volta che una come questo sia stato comunicato, secondo il quotidiano argentino El Clarín. il batterio è stato rilevato un anno fa, l'8 febbraio 2017, il ragazzo che in precedenza aveva nuotato in Vedia stagno, ma il caso è stato solo reso pubblico un anno più tardi, la Società Internazionale per le Malattie infettive.

(Salute)

Semplici strategie assistono nel processo di perdita di peso

Semplici strategie assistono nel processo di perdita di peso

Da non perdere consigli su cosa fare per mantenere il peso , ma è difficile per le persone che si sottopongono alle molte strategie che si impegnano a cambiare i loro comportamenti alimentari. Gestiamo la perdita di peso nel modo che vogliamo, testando diete, consumando tè e assumendo farmaci. Atteggiamenti come questi, tuttavia, sono facili e spesso inefficaci.

(Salute)