it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

I livelli di colesterolo possono essere associati all'Alzheimer

I livelli di colesterolo possono essere associati all'Alzheimer

Uno studio fatto all'Università Kyushu di Fukuoka, in Giappone, e pubblicato sulla rivista Neurology, ha rilevato che alti livelli di colesterolo cattivo nel sangue possono essere associati all'insorgenza dell'Alzheimer.

i ricercatori hanno utilizzato esami del sangue per il colesterolo in 147 adulti giapponesi, circa 10-15 anni prima della loro morte. Cinquanta di loro (o il 34%) erano stati diagnosticati con demenza. Dopo la morte, i campioni di tessuto prelevati dai loro cervelli sono stati analizzati durante l'autopsia.

Per misurare le probabilità che l'individuo abbia o meno l'Alzheimer, i ricercatori hanno analizzato la formazione di placche di beta-amiloide nel loro cervello. La beta-amiloide è una proteina che ostacola il cervello delle persone affette dal morbo di Alzheimer. Sebbene i ricercatori non siano sicuri di come la beta amiloide sia correlata alla perdita di memoria e ad altri sintomi di demenza, una teoria è che le placche formate tra le cellule nervose possono danneggiare la rete di comunicazione tra i neuroni. analisi, si è concluso che coloro che avevano livelli di colesterolo totale superiore a 224 mg / dL negli ultimi anni di vita e prima che avessero avuto sintomi di malattia di Alzheimer erano almeno sette volte più probabilità di avere placche di beta-amiloide nella loro cervello al momento della morte rispetto a quelli il cui colesterolo era inferiore a 173 mg / dl.

Il colesterolo cattivo, o LDL, quando era superiore a 155 mg / dl, era anche fortemente associato alla probabilità di sviluppare placche beta -amiloide rispetto a persone con LDL <106 mg / dl.

Le persone con alti livelli di LDL avevano almeno otto volte più probabilità di avere caratteristiche patologiche s per il morbo di Alzheimer.

Il rapporto con i valori di colesterolo è rimasto anche dopo che i ricercatori hanno aggiustato la ricerca ed escluso altri fattori che potrebbero influenzare il rischio di malattia di Alzheimer, come età, zucchero sessuale, peso corporeo, esercizio fisico pressione sanguigna, pressione arteriosa, storia di ictus e livelli di insulina nel sangue.

Sei dubbi sulla malattia di Alzheimer

Tra le molte cause di demenza, la malattia di Alzheimer si distingue, essendo una malattia popolare . Alcune informazioni, come la complessa diagnosi e il trattamento multidisciplinare che i pazienti richiedono, spesso vengono affrontate.

Ecco sei domande che scoprono dettagli curiosi coinvolti nella malattia. Nell'elenco seguente, scopri quali sono i diversi livelli della malattia, come funziona il trattamento con la partecipazione degli animali e come scoprire se sei vittima dell'Alzheimer.

1 - La malattia di Alzheimer ha diversi livelli?

La malattia di Alzheimer è divisa in tre fasi: iniziale, intermedia e tardiva e ha una progressione graduale. Nella maggior parte dei casi, la fase iniziale è quella con le maggiori variazioni dei sintomi.

2- In che modo l'approccio terapeutico coinvolge gli animali?

Ci sono molti riferimenti alla cosiddetta pet therapy. Con esso, si notano miglioramenti comportamentali nei pazienti con malattia di Alzheimer. Vale la pena ricordare, tuttavia, che la terapia animale sembra essere utile per molte altre condizioni, come i bambini con ritardo mentale, depressione e psicotici. Pertanto, la terapia non è il trattamento esclusivo dei pazienti con demenza. In generale, è importante che il paziente affetto da AD sia incoraggiato a sviluppare attività che gratificano emotivamente, in base alle loro preferenze e convinzioni prima della malattia.3 Questo tipo di trattamento è efficace in tutti i casi o La variabile di indicazione?

Le preferenze personali dei pazienti dovrebbero essere prese in considerazione per qualsiasi tipo di distrazione e terapia di socializzazione.

Il paziente è in grado di riconoscere i primi segni di malattia o sono controlli regolari critici per questo?

Generalmente, il paziente con lieve decadimento cognitivo o danno cognitivo (CCD) nota i loro deficit di memoria, ma spesso , è la famiglia che ti incoraggia a cercare un dottore. I pazienti con malattia di Alzheimer perdono il senso critico della sua condizione mentale, e quasi in tutti i casi, sono prese dal medico per le loro famiglie.

Si raccomanda che i pazienti con malattia di Alzheimer hanno una badante fissa con il quale stabilire relazioni di rispetto e amicizia. Il caregiver può essere un parente o no. Ma è fondamentale che tu abbia il potere di esercitare strategie di distrazione ed esercizi per migliorare il comportamento del paziente. Un altro punto importante da ricordare è che i problemi comportamentali della malattia possono essere aggravati dai cambiamenti dell'ambiente in cui il paziente vive, come l'alloggio o il ricovero in ospedale, o da crisi e conflitti familiari.

5- La malvagità può essere identificati a un check-up comune o da alcuni esami specifici per età sono raccomandabili?

Prima delle manifestazioni precoci della malattia, non esiste un esame in grado di rilevare la malattia. Inoltre, anche con AD, la diagnosi clinica è essenziale. I test specifici non sono consigliati prima dell'inizio dei sintomi, nemmeno i test genetici.

6- L'Alzheimer colpisce più uomini o donne?

AD colpisce maggiormente le donne. Ciò probabilmente riflette la maggiore longevità delle femmine rispetto ai maschi, poiché l'incidenza della malattia aumenta con l'età.


Cancro: lo studio clinico dà l'opportunità per il trattamento del paziente

Cancro: lo studio clinico dà l'opportunità per il trattamento del paziente

Esistono numerosi nuovi farmaci antitumorali che non sono sempre disponibili nel sistema sanitario pubblico o in vendita. Coloro che sono sottoposti a test o approvazione in Brasile devono sottoporsi a prove cliniche, coinvolgendo partecipanti volontari. Gli studi clinici sono strumenti per il progresso delle conoscenze mediche.

(Salute)

Cosa aspettarsi dalla visita dal dentista?

Cosa aspettarsi dalla visita dal dentista?

Cosa aspettarsi dalla visita dal dentista? ? Prima di tutto, è importante trovare un professionista con cui sentirsi a proprio agio. Il passo successivo è fissare un appuntamento per un esame completo, anche se apparentemente non c'è niente di sbagliato. Durante la tua prima visita, il dentista farà delle domande per migliorare alcuni dei tuoi precedenti di salute generale.

(Salute)