it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Cervello sfrutta i benefici della dieta mediterranea

Cervello sfrutta i benefici della dieta mediterranea

Un recente studio pubblicato sulla rivista "Frontiers in Nutrizione " suggerisce di seguire il cibo standard della dieta mediterranea in grado di migliorare la vostra mente. Lo studio mostra che, dopo questa dieta aiuta a ridurre il declino cognitivo, malattia di Alzheimer e migliora le funzioni cognitive.

L'autore, Roy Hardman, il Centro Human Psychopharmacology presso l'Università di Tecnologia di Swinburne, in Australia, e altri colleghi di ricerca essi hanno esaminato le registrazioni effettuate tra il 2000 e il 2015, indagando l'impatto della dieta mediterranea sul sistema cognitivo a breve tempo.

"la dieta mediterranea offre la possibilità di modificare alcuni fattori di rischio", ha detto Hardman. I benefici non si limitano a persone anziane, essendo stato analizzato due studi che hanno coinvolto giovani tra i 20 ei 30 anni.

"I risultati comprendono la riduzione delle risposte infiammatorie, aumentare micronutrienti, migliore equilibrio di vitamine e minerali, i cambiamenti il profilo lipidico avente come fonte principale di olio grasso, mantiene il peso e riduce potenzialmente l'obesità, migliora i polifenoli nel sangue, migliora l'energia del metabolismo cellulare e può cambiare la flora intestinale, con una vista che non era analizzato un lungo tratto ", ha riferito.

qui ciò che gli alimenti sono dati a seguire questa dieta


Lavorare di notte può aumentare il rischio di cancro al seno

Lavorare di notte può aumentare il rischio di cancro al seno

Secondo tipo più frequentemente nel mondo, il cancro al seno è responsabile della morte di migliaia di donne ogni anno. Secondo i dati del National Cancer Institute (INCA), quest'anno sono previsti oltre 52.000 nuovi casi in Brasile. Un possibile fattore di rischio che possono contribuire a questo numero è quello di lavorare di notte, un nuovo studio pubblicato sulla rivista International Journal of Cancer .

(Salute)

Malattia parodontale e sindrome coronarica acuta

Malattia parodontale e sindrome coronarica acuta

Ricercatori provenienti da Svezia, Svizzera e Stati Uniti hanno valutato 161 soggetti con diagnosi di ACS e un gruppo di controllo di 161 soggetti che non avevano ACS. Hanno studiato la conta dei globuli bianchi nel siero di questi soggetti, i livelli di lipoproteine ​​ad alta e bassa densità, i livelli di proteina C-reattiva ad alta sensibilità e la salute parodontale clinica.

(Salute)