it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Anvisa stabilisce nuovi criteri per i dati nutrizionali sulle etichette alimentari

Anvisa stabilisce nuovi criteri per i dati nutrizionali sulle etichette alimentari

Una delle misure di Anvisa determina che il termine luce può essere utilizzato solo in alimenti che hanno una riduzione di alcuni nutrienti rispetto a una versione convenzionale dello stesso prodotto. Prima di questa risoluzione, il termine potrebbe essere applicato agli alimenti con un basso contenuto di nutrienti - ma non necessariamente un contenuto inferiore rispetto al prodotto di riferimento.

La pubblicazione ha anche stabilito che, per un alimento di avere sulla sua etichetta informazioni che è ricco di alcune proteine, deve soddisfare un criterio di qualità minimo. Questo cambiamento può proteggere il consumatore da pratiche fuorvianti come l'etichettatura delle informazioni che il prodotto è ricco di proteine ​​ma che è un alimento incompleto e di bassa qualità.

Anvisa ha anche deciso di cambiare il calcolo che determina se le informazioni può essere trasportato Attualmente, per un prodotto che mostra il testo "senza zucchero" sull'etichetta, ad esempio, non può contenere più di 0,5 grammi di zuccheri in 100 grammi o 100 millilitri di cibo. Dal 2014, questa informazione dovrebbe essere stabilita in base alla porzione di cibo. Nel caso dello zucchero, quindi, il cibo non può contenere più di 0,5 grammi per porzione intera.

Sono state create anche otto nuove indicazioni nutrizionali, ciascuna con i propri criteri per la visualizzazione sulle etichette. Sono: "non contiene grassi trans", "fonte di acidi grassi omega 3", "alto contenuto di acidi grassi omega 3", "fonte di acidi grassi omega 6", "alto contenuto di acidi grassi omega 6", "fonte di acidi grassi omega-9, "alto contenuto di acidi grassi omega-9" e "senza sale aggiunto".

Lo standard non include gli alimenti per "scopi speciali", che sono quelli appositamente formulati o lavorati, di sostanze nutritive. Questi alimenti sono in genere rivolti a persone con una dieta differenziata, con esigenze specifiche di condizioni metaboliche e fisiologiche - come prodotti con restrizione di sodio, grassi e proteine.

Traduci le etichette e scegli bene i cibi

Inizia subito la dieta che molte persone non esitano a riempire il carrello della spesa con prodotti leggeri. In questo modo, è facile perdere la mano, ignorando anche le parti. Comprendere come le determinazioni per la luce, la dieta oi prodotti ricchi di nutrienti sono fatte oggi e confrontare:

Diete

Dieta è il prodotto che indica nel suo imballaggio la totale assenza di qualsiasi sostanza nutritiva o ingrediente, che può essere zucchero, sale, grassi, lattosio, tra gli altri. Secondo la nutrizionista Camila Abreu, la scelta della "dieta" dovrebbe variare a seconda delle necessità di ogni persona. "I prodotti specifici per i diabetici dovrebbero essere totalmente privi di zucchero, per esempio."

Luci

Gli alimenti classificati come "leggeri" hanno una riduzione di almeno il 25% della quantità di un determinato elemento della loro composizione in relazione al cibo tradizionale. "Sono quelli con un basso contenuto di componenti - sodio, zuccheri, grassi, colesterolo - e / o calorie, cioè non sono completamente esenti come dieta", spiega Camila. Tuttavia, la riduzione calorica può essere molto piccola e il gusto può essere compensato aumentando la quantità di altri punti nella composizione.Promesse dell'etichetta

Gli alimenti con chiamate "zero grassi" o "fibre alte" stanno diventando più comuni, ma le informazioni significano poco se non rispetto agli altri punti indicati nella tabella nutrizionale. "Questo non è abbastanza per sapere se quel cibo è privo di calorie, grassi o zuccheri, per esempio", afferma il nutrizionista Roseli Rossi della Nutrizione Equilibrium Clinic di San Paolo. C'è ancora il rischio che l'indicazione sulle etichette sia una parte, cioè estrapolando questa quota, la promessa dell'etichetta è già in ritardo.

Nota i suggerimenti

L'aumento di peso si verifica a causa del consumo eccessivo di calorie non spesi durante il giorno. Tuttavia, la raccomandazione è che tutti i nutrienti vengano distribuiti tra tutti i pasti del giorno. Se non conosci la composizione del cibo, è facile: variare. Inserisci nel tuo menu alimenti di origine animale (carne e latte), verdure (cereali, frutta, verdura e verdura) e fai piccoli spuntini tra questi pasti. Quindi, avrai una varietà di cibi e impedirai l'accumulo di una certa sostanza nutritiva.


Risotto low carb con cavolfiore riso

Risotto low carb con cavolfiore riso

Il vincitore della seconda edizione di Masterchef Brasil, Izabel Alvares, ha preparato un'eccellente ricetta per chi ama il cibo italiano ma cerca opzioni più leggere. La ricetta può anche essere inclusa nel menu low carb. Controllare: brodo vegetale fatto in casa 1 sedano tritato 1 cipolla, tagliata in quattro 1 carota tagliata a fette 1 bustina prezzemolo fresco (solo i gambi, utilizzare le foglie nel risotto) 1 pezzo di pancetta qualche rametto di timo, alloro e rosmarino fresco.

(Cibo)

Vale la pena scambiare pane francese per pane nero?

Vale la pena scambiare pane francese per pane nero?

La maggior parte delle persone pensa che il loro più grande errore alimentare sia il consumo di pane. Essi associano con lui il suo aumento di peso e la sua difficoltà a perdere peso. Questa convinzione ha avuto origine negli anni '70, con la più famosa delle diete, la Dr Atkins Diet. Secondo lei, i carboidrati sono i principali responsabili del numero allarmante di obesità nel mondo.

(Cibo)