it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Parkinson: .. 200 anni in 200 parole

Parkinson: .. 200 anni in 200 parole

non è facile da riassumere la 200 anni dalla scoperta del morbo di Parkinson in 200 parole. Nel 1817, James Parkinson, un neurologo inglese che ha pubblicato " Saggio sul Shaking Paralisi " cambiare la comprensione di questa che è la seconda malattia neurodegenerativa più comune. È stato fatto

molti progressi in questi 200 anni, ma certamente sintesi di levodopa è stata la più grande rivoluzione nel trattamento di questa malattia finora. Da allora, abbiamo scoperto che la malattia di Parkinson è molto più di "scuotere" la mano, mettendo in evidenza i cosiddetti "sintomi non motori", come disturbi del sonno e del colon; scoperto più di una dozzina di geni implicati nella malattia, abbiamo trovato altri farmaci come agonisti della dopamina, e la chirurgia per il Parkinson, con l'impianto di elettrodi nel cervello, è diventato sicuro ed efficace in pazienti selezionati. Naturalmente molto deve ancora venire. Presto, per esempio, avrà una formulazione di levodopa, sotto forma di spray nasale.

In questi 10 anni di lavoro come un neurologo specialista in malattie neurodegenerative, ho imparato dai miei pazienti molte lezioni, soprattutto con i miei pazienti con morbo di Parkinson. E forse la parola che meglio riassume cosa aspettarsi nei prossimi 200 anni è la speranza.

Ma lascia che arrivi prima ...


Vedi punti neri? Conoscere le cause e i sintomi dell'allerta

Vedi punti neri? Conoscere le cause e i sintomi dell'allerta

Hai mai avuto la sensazione di vedere i punti neri muoversi quando hai indirizzato la visione verso qualche oggetto o superficie chiara? Pensava di avere qualche allucinazione, ma questa visione persisteva? Queste macchie nere sono chiamate mosche volanti. Il termine veniva dal latino, per più di duemila anni fa, nell'antica Roma, la gente usava il termine "muscae volitantes" per descrivere questo problema oftalmologico.

(Salute)

L'OMS indaga sulla trasmissione sessuale del virus Zika

L'OMS indaga sulla trasmissione sessuale del virus Zika

Il virus Zika ha spaventato le persone in tutto il mondo. Inizialmente trasmesso dalla zanzara Aedes aegypti, il virus è correlato a malformazioni e danni neurologici a neonati, bambini di madri infette durante la gravidanza. La zanzara può essere contaminata quando una persona infetta da punture di un virus.

(Salute)