it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Alcune domande indicano l'esordio del disturbo alimentare ed evitano le tragiche conseguenze.

Alcune domande indicano l'esordio del disturbo alimentare ed evitano le tragiche conseguenze.

Anoressia - Foto: Getty Images

Sì. "Sebbene la maggior parte delle persone che soffrono di disturbi alimentari ha una storia di sovrappeso o obesi, alcuni possono sviluppare comportamenti alimentari anomali senza mai avere problemi con l'equilibrio", afferma la psicologa Vanessa Amarilla Gate. Questo è perché queste persone sperimentano un disturbo dell'immagine di sé, considerando erroneamente grasso.

2 anoressia colpisce in alcun modo la vita sociale del paziente?

Sì. Oltre ad evitare situazioni sociali che coinvolgono il cibo, le anoressiche non amano nutrirsi di fronte ad altre persone. Pertanto, spesso rinunciano al contatto con amici, fidanzati e parenti. "L'anoressia nervosa è anche accompagnata da cambiamenti comportamentali, come un'eccessiva irritabilità e instabilità emotiva", afferma la psicologa Vanessa.

3 - L'anoressia può portare alla morte?

Con un trattamento appropriato, metà dei pazienti guarisce completamente.

"Se il disturbo non è adeguatamente trattato, può evolversi e provocare la morte ", avverte l'endocrinologo e nutrizionista Ellen Simone Paiva. Le cause di morte variano da malattie legate alla malnutrizione o disidratazione e il suicidio.

4 che soffre di anoressia è consapevole che subisce un disturbo alimentare?

Al insorgenza del disturbo, né il paziente né la sua famiglia hanno consapevolezza della diagnosi e della sua gravità. "Con l'evoluzione, la malattia è facilmente percepibile, ma i pazienti continuano ad avere percezioni errate sulla propria immagine corporea e spesso non accettano la terapia proposta", afferma la psicologa Vanessa. Il paziente presenta una visione incoerente, osservando che deve fare sacrifici per essere in grado di stare sotto il peso raccomandato per la sua altezza. Una piccola parte delle anoressiche può percepire che attraversano il disturbo, dopo il trattamento appropriato. "Tuttavia, hanno ancora una preoccupazione esagerata di cibo", aggiunge endocrinologo Glaucia.

5. Una persona che ha avuto l'anoressia necessario seguire un accompagnamento professionale sporadica o dopo guarito, la vita può tornare alla normalità?

Anoressia - Foto: Getty Images

Di fronte a un disturbo alimentare, i pazienti presentano risoluzioni diverse l'una dall'altra. Pertanto, la dinamica del trattamento è unica. "Ma poiché è un disturbo alimentare legato non solo al cibo ma anche ai problemi emotivi, è normale che il paziente senta il bisogno di un follow-up professionale sporadico, una volta che il quadro è finito", dice la psicologa Vanessa. Il ritorno a specialisti diventa più lungo, ma è importante, dal momento che i pazienti possono avere l'anoressia o la remissione dei disturbi psichiatrici associati.

6 Dopo il trattamento, quali sono le probabilità della malattia di ritorno?

Con trattamento, metà dei pazienti guarisce completamente. Alcuni, tuttavia, sperimentano un andamento fluttuante di aumento di peso, seguito da perdita. Altri hanno un corso progressivo di installazione di nuovi episodi della malattia nel corso degli anni. "Si stima che circa il 20% delle persone che soffrono di anoressia rimanga cronicamente malato", avverte l'endocrinologo Ellen.7- Il trattamento di anoressia può essere isolata o di un team multidisciplinare è essenziale?

A causa della complessa interazione tra i problemi emotivi e fisiologici presentati in disturbi del comportamento alimentare, l'ideale è che il paziente è accompagnato da un team di esperti. Tra gli esperti del team possono essere psicologo, psichiatra, medico (pediatra o hebiatra endocrinologo), nutrizionista, preparatore atletico, fisioterapista e terapista occupazionale.

8 L'anoressia e la depressione sono associati mali?

Sì. "La depressione può apparire con uno dei cambiamenti comportamentali causati dall'anoressia nervosa", afferma la psicologa Vanessa. Tuttavia, non tutte le persone con l'anoressia soffre di depressione e viceversa

9. Che tipo di terapia è più efficace in questi casi

Anoressia - Foto:.? Getty Images

Il trattamento psicoterapeutico dipende da ogni paziente , variando secondo il corso e lo stadio della malattia. "Ciò che può essere affermato che le singole sessioni, il gruppo o anche le due tecniche sono elementi indispensabili del trattamento complessivo di anoressia nervosa," spiega Vanessa psicologo. Ricordate che il caso deve essere valutato singolarmente.

10- Come fanno gli esperti riconoscono che il problema si è concluso?

Secondo endocrinologo Glaucia, si può vedere dal l'aumento di peso, la riduzione della paura di grassi , la migliore percezione dell'immagine di sé e il miglioramento dei parametri clinici (ripresa del mestruale clinica, squilibrio elettrolitico, ecc).

11. è possibile trattare male anche se il paziente resistere?

In qualsiasi trattamento, l'accettazione e la Comprendere la malattia è una condizione molto importante per il recupero. "Purtroppo, quando non lo fa e il caso è in fase avanzata, che comporta il rischio di morte, l'equipe medica indica ospedalizzazione (spesso contro la volontà del paziente anoressica)", spiega Vanessa psicologo.

12 - Qual è il piacere della persona anoressica: rifiutare il cibo, perdere peso o non gustare il cibo?

Il più grande piacere è resistere al cibo. I pazienti riferiscono di sentirsi bene quando non mangiano. Vanessa psicologa dice che il piacere è allora a padroneggiare la fame, anche per questo, v'è un rischio di morte.

13- Alcuni disturbo psicologico è comunemente notato nei pazienti anoressiche?

Sì. I cambiamenti psicologici presentati da coloro che soffrono di anoressia sono ansia e depressione e possono essere associati alla fobia sociale; cambiamenti nel ritmo del sonno, che portano alla fatica durante il giorno; irritabilità eccessiva e instabilità emotiva; atteggiamenti ossessivo-compulsivi verso il cibo e l'esercizio fisico, e elevate esigenze su se stessi.


L'uso delle nuove protesi può richiedere del tempo

L'uso delle nuove protesi può richiedere del tempo

Per le persone che hanno perso i denti a causa di malattia o infortunio, le protesi dentarie possono ripristinare un sorriso e aiutare nelle attività quotidiane come mangiare e parlare. Tuttavia, abituarsi all'utilizzo della protesi può richiedere un periodo di regolazione. Le nuove protesi possono avere una sensazione strana per alcune settimane fino a quando non ci si abitua.

(Salute)

Il vaccino contro la febbre rompiossa viene venduto per un massimo di 915 R $

Il vaccino contro la febbre rompiossa viene venduto per un massimo di 915 R $

Il nuovo vaccino contro la dengue di Sanofi Pasteur è stato autorizzato alla commercializzazione nell'ultima settimana e ha raggiunto il consumatore finale con prezzi piuttosto vari. Il rapporto Jornal Estado de S. Paulo ha trovato cliniche a San Paolo in vendita per R $ 250 e R $ 305. Tuttavia, ci sono cliniche in Brasile che fanno pagare valori abusivi che vanno da R $ 750 a R $ 915.

(Salute)