it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Ragazza di 12 anni aiuta a consegnare suo fratello minore

Ragazza di 12 anni aiuta a consegnare suo fratello minore

La nascita di un bambino è un momento magico per tutta la famiglia, ma per l'americano Jacee Dellapena, 12 anni, questo evento è stato ancora più speciale. La ragazza ha sempre voluto essere presente all'arrivo di suo fratello minore, ma non si aspettava che avrebbe anche aiutato a consegnare.

La storia è accaduta in un ospedale del Mississippi, negli Stati Uniti. All'inizio, avrebbe seguito il parto, su richiesta di sua madre, ma durante l'operazione l'ostetrico Walter Wolfe notò che la ragazza era scoraggiata e la invitò a diventare la sua assistente.

Nei social network, la madre della ragazza, Dede Carraway, ha detto che il dottore ha pensato che Jacee avrebbe dovuto essere presente al momento, chiedendo se voleva vestirsi come i dottori per consegnare il bambino e ha accettato di buon grado. "Il dott. Wolf ha detto, perché non le lasci "Ho detto di no, ma ho ceduto", ha detto Dede a MS News Now.

Mentre l'operazione veniva eseguita, il padre registrava ogni momento che la figlia maggiore riceveva consigli dal medico.

"In realtà, mi piaceva dare alla luce, mi ha davvero aiutato a tirare fuori il bambino. Sono rimasto impressionato perché avevo già giocato a un medico, ma questa è la realtà. Ero molto nervoso ", ha detto Jacee.

Secondo Dede, la ragazza voleva già partecipare alla nascita del suo secondo figlio, ma non se ne andò a causa della sua età. Tuttavia, poiché questo sarà l'ultimo bambino che la coppia intende avere, hanno deciso che Jacee potesse essere nella stanza al momento della consegna.

"Vedere le emozioni sul suo viso mi ha fatto piangere." Ero nervoso ma era il migliore momento della mia vita ", ha rivelato la madre. Jacee Dellapena è stata aiutata dal direttore ostetrico Jacee Dellapena, che ha lavorato come ostetrico per oltre un decennio.

nel parto del fratello minore - foto: Comunicato stampa / Facebook


La ricerca ha analizzato le immagini degli esami 4D per giungere alla conclusione

La ricerca ha analizzato le immagini degli esami 4D per giungere alla conclusione

Tuttavia, i ricercatori non sono sicuri se il pianto espresso dai bambini sia correlato a uno stato di dolore o meno. In realtà, secondo gli scienziati, questa manifestazione ha a che fare con il modo in cui il bambino comunicherà con la madre quando sarà nata. Gli esperti ritengono che lo sviluppo delle espressioni facciali dei feti diventi più complesso secondo il progressi in gravidanza.

(Famiglia)

Come insegnare a mio figlio a lavarsi i denti?

Come insegnare a mio figlio a lavarsi i denti?

Lavarsi i denti è l'atteggiamento di base per una buona salute orale. Cominciare da questa abitudine da bambino è fondamentale. "Se i genitori sono bravi a lavarsi i denti, saranno adulti con una buona igiene", afferma Andrea Lilian Goldmann (SP-CD-52690), specialista in ortopedia funzionale mascellare.

(Famiglia)