it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

10 Tossicodipendenti raccontano la loro storia di lotta quotidiana contro la droga

10 Tossicodipendenti raccontano la loro storia di lotta quotidiana contro la droga

Cosa fa entrare una persona nel mondo della droga? La verità è che non esiste una regola o un contesto corretto. Le storie qui sotto mostrano chiaramente questo. Con le più diverse strutture familiari e livelli di scolarizzazione dei più diversi livelli, questi personaggi della vita reale hanno qualcosa in comune: la volontà di superare il problema con la droga. Tutte le storie riportate qui hanno un punto d'incontro nel loro viaggio, quello del recupero basato sulla forza dei gruppi di supporto. Qui, riportano come il programma Narcotics Anonymous (NA), un'organizzazione senza scopo di lucro e di presenza nazionale, fosse (ed è tuttora) una parte essenziale della vita senza droghe. 15 anni e 5 mesi di distanza dai farmaci

"Prima dell'uso della droga, all'età di 19 anni, vivevo cose. nella mia vita, come abuso sessuale, mi hanno fatto vivere come un personaggio, a causa della vergogna, della colpa e della paura. ma la crescente egocentrismo mi ha detto che dovrebbe controllare tutto intorno a me. quella era la mia più grande carnefice, mentre l'uso di droghe ha preso spazio delle cose importanti nella mia vita.

ho sposato ed era la madre a 21, nel terzo anno la scuola. sono diventato di nuovo incinta e mio secondo figlio mai nato per l'uso incontrollato di varie sostanze. mi sono laureato, ho separato e spesso abbandonato la mia figlia nella cura dei miei genitori quando la compulsione è preso cura di tutti i miei pensieri, i desideri e le azioni. Era in bancarotta.

La guarigione avvenne quando mi resi conto del cambiamento nella vita di mia madre, che cercava aiuto nei gruppi familiari. Mi sentivo attratto dal suo esempio e desideravo con tutto il resto della forza e della vita in me cambiare, così le ho chiesto aiuto. Così ho incontrato un gruppo di Narcotici Anonimi. Oggi percepisco virtù in me che mi portano a pratiche salutari: lo sport, il risveglio precoce, il sonno precoce, il raggiungimento di un obiettivo di vita e il riconoscimento della mia ragione di esistere mi portano a perseguire uno scopo spirituale in tempi difficili. Questo è quello che mi ha veramente aiutato. Solo molto sinceramente possiamo riconoscere la sconfitta. Quando ammetto di aver perso la droga, inizio il processo di neutralizzare il piacere che distrugge. Ci vuole un sacco di coraggio di cambiare, quindi abbiamo bisogno di più gli uni degli altri. "

Vinicio, 34, medico, Pinhais (PR)

3 anni e lontano dalla droga 7 mesi

" Ho incontrato la droga al college medicina all'età di 17 anni. Non potevo smettere fino a quando avevo 30 anni. Ci sono stati 6 ricoveri e molte perdite, non solo finanziarie. Relazioni d'amore, opportunità professionali e buone relazioni familiari erano impossibili. Rischiare di morire era una costante durante il periodo, ma il peggio era il mio limite: sono diventato un prigioniero di compulsioni. Visse per abitare e abitare.

Fu quando un collega della sua professione, che era anche chimicamente dipendente e ora deceduto a causa della malattia, mi presentò al programma Narcotici Anonimi. Sono stato sulla strada della guarigione per nove anni, ma sono stato pulito solo per tre anni e mezzo.

Per arrivare qui, tre cose erano critiche: informazione, profondo benessere e ammissione. Le persone non sanno che questo problema è una malattia mentale, e quando lo dici, tutti cercano altre spiegazioni più plausibili: mancanza di carattere, cattiva volontà, mancanza di Dio, colpa dei genitori, traumi dell'infanzia, ecc. È più facile vedere il problema in questo modo. Senza l'informazione che questa è una malattia è impossibile da recuperare. Oltre alla società, lo stesso tossicodipendente ha difficoltà a credere che sia una malattia. È stato il momento in cui ho deciso di seguire i suggerimenti dati nel trattamento e, quasi magicamente, la mia vita è migliorata da allora. All'inizio del mio viaggio ho fatto quello che sapevo già che dovevo fare: sono andato al trattamento regolarmente e ho evitato persone e luoghi legati all'uso. "

Matheus, 18, studente, Florianópolis (SC)

1 anno e 4 mesi dalla droga

"A quel tempo, vissuto con mio padre e mio fratello. Ho iniziato a fumare erba e, infine, tutte le sostanze utilizzate possibili. Mi sono identificato nel crack ed è stato quando la mia vita ha cominciato a distruggere, ho perso tutto. Mio padre non aveva alcun controllo su di me, ero ancora minorenne. Mio padre si ammalò, aveva il cancro e dopo un mese morì.

Mi sono sentito distrutto, ho perso la strada e ho iniziato a vivere solo a causa della droga.Ogni giorno, ogni notte, con pioggia e sole lo usavo ogni volta che volevo usare di più, il farmaco non mi soddisfaceva più come prima. quando la morte di mio padre mi ha portato un risveglio spirituale e ha deciso di ricoverare me. in quel momento, le mie sorelle tornarono ad avvicinarsi a me e mi ha ammesso in una comunità terapeutica. Lì ho imparato molto circa la comunione di Narcotici anonimi, e quando ho lasciato, Ho partecipato alle riunioni di NA. Sono stato accolto molto bene e

Ho pensato che stavo per morire usandolo e oggi ho capito che l'NA è aperta per darmi il benvenuto e aiutarmi. Per stare lontano dalla droga, ho ancora bisogno di guardare me stesso, per sapere cosa ho intenzione di fare. Evito alcune persone e luoghi. Tutto ciò che è male per me oggi lo evito. Cerco di decidere tutto nel modo più corretto, calcolo e prendo la giusta attitudine con responsabilità. Il primo passo per smettere di usare è avere il desiderio. Devi volerlo molto. È difficile, lo so. Ogni giorno prendo la decisione di non usare. Ho il desiderio, ho l'impulso di stare pulito. Con tutto ciò ho imparato a preservare la mia vita. La cosa più importante che ho oggi è la mia vita. "

Leyla, 24 anni, studente, Curitiba (PR)

94 giorni lontano dai farmaci

" Ho iniziato presto ad usare sostanze chimiche e alcol. Avevo solo 8 anni quando ho avuto la mia prima birra. Ho iniziato a fumare sigarette e marijuana a 12 anni. A 14 anni, ho usato la cocaina. Ha mantenuto ciò che ha ricevuto dall'indennità per comprare droga, venduto cose da casa. Ho persino ottenuto un lavoro e, il giorno del pagamento, ho speso tutto con le droghe.

Sono andato sempre più in profondità fino a quando non ho avuto il mio primo ricovero in ospedale. Ho finito per andare indietro alla dipendenza, sono stato ricoverato un paio di quattro volte e nell'ultima, ho lasciato l'istituzione e andato dritto ad un gruppo di Narcotici Anonimi, dove sono stato ben ricevuto, anche se nessuno conosce la mia storia. Non in casa mia ero più i benvenuti.

Per recuperare me, è stato importante per me per allontanarsi da 'amici', evitare i luoghi ho guidato prima e cambiare alcune azioni impulsive che prendeva prima. Oggi, cerco di essere onesto con me stesso e con il prossimo, diversivo di luoghi che potrebbero essere di rischio per la mia guarigione. Cerco di praticare l'onestà, la buona volontà e una mente aperta. "

Roberta, 34 anni, responsabile delle vendite, São Paulo (SP)

9 anni e lontano dalla droga 5 mesi

" Sono nato in una famiglia considerato "normale" per la società, ho avuto affetto e affetto, genitori amorevoli e premurosi. Ma molto presto ho avuto il contatto con l'alcol, considerato un farmaco leggero e accettabile, ma quando avevo 18 anni ho iniziato a provare droghe illegali quando sono entrato al college. Il mio corpo richiedeva sempre di più e cercavo sempre nuovi farmaci. Finito il college, mi sono trasferito in un altro stato per fare una nuova laurea e specializzazione, ma anche per stare lontano dalla mia famiglia, che non sapeva del mio uso. Ho dovuto interrompere la mia seconda laurea perché l'uso è diventato più intenso.

Ho raggiunto il fondo del bene emotivo, spirituale e fisico, ho dovuto ottenere aiuto in una clinica di riabilitazione. Sono andato attraverso un trattamento e sono tornato a vivere con la mia famiglia a Parana, cercato Narcotici Anonimi e sono stato sempre 'pulito' un giorno alla volta.

Oggi Sono sposato, ho avuto un figlio, il lavoro, è riuscito a recuperare la mia autostima, la mia fede e credo che ci sia vita dopo la droga. Al fine di recuperare, la parola chiave è il desiderio, la persona ha bisogno di sentire questo desiderio di smettere di usare, evitare le aziende e le abitudini dell'aiuto attivo e cercare, come Narcotici Anonimi o una clinica di riabilitazione. Da solo non posso, insieme possiamo. "

Jeferson, 38 anni, coordinatore marketing, São Paulo (SP)

4 anni di distanza dai farmaci

"Sin dalla pre-adolescenza ho avuto interesse ad andare d'accordo con le persone anziane per sentirsi meglio dei ragazzi della mia età (13 anni). Mi ha messo in contatto con l'alcol fin dalla tenera età. All'età di 17 anni ho avuto un contatto con la marijuana e all'età di 18 anni. Mi sono divertito per i prossimi tre anni, sono andato a feste, incontrato Mi stavo isolando, compromettendo la stabilità nei posti di lavoro, abbandonando la scuola, le fidanzate e anche i familiari stretti.

Sono passato attraverso istituzioni, ho incontrato Narcotici Anonimi, ma solo dopo alcuni mesi ho partecipato alle riunioni, con il vero desiderio di smettere di usare e trovare uno sbocco definitivo per il mio problema di droga.

Oggi ho una vita che anche nei miei sogni ma Ero ottimista che potevo avere. Il desiderio di cambiare è venuto quando mi sono guardato intorno e mi sono visto da solo, con due alternative: abbandonarmi e rinunciare o provare a cambiare la mia vita, concedermi un'opportunità e credere in qualcosa che ha funzionato per migliaia di persone, la Narcotics Brotherhood anonimo. Oggi sono stato pulito solo per 4 anni e 29 giorni perché ho deciso di non usare un giorno alla volta. "

Antonio, 35, professore, Joinville (SC)

10 anni e 6 mesi di distanza dai farmaci

All'età di 14 anni ho iniziato a diventare dipendente. Non ero a conoscenza di certe cose che accadevano, e quando ho realizzato il danno che stavo facendo nella mia vita e nella mia vita familiare, ero totalmente fuori dal campo. Sono stato ricoverato per un po 'e poi ho cercato la guarigione dalla compagnia anonima di Narcotici, dove ho continuato il mio processo di guarigione all'età di 25 anni. A quel tempo, era un insegnante appena istruito e non aveva una direzione nella mia vita.

Una cosa che la famiglia può fare per aiutare è mettere le fotografie per l'infanzia vicino ai dipendenti, le foto delle persone che gli piacciono, persona e una volta o l'altra ci può essere una risposta positiva. È un processo lento ma molto efficiente.

Ho smesso di fare dipendenza per l'amore che ho per la mia famiglia e perché cercavo nuovi orizzonti nella mia professione. Ho dovuto cambiare alcune abitudini, ho smesso di andare in determinati posti, mi sono allontanato da persone che facevano uso di droghe. Ho provato a praticare sport e migliorare il mio cibo, oltre a partecipare a riunioni in gruppi NA ogni giorno. "

Alice, 49 anni, giornalista, Rio de Janeiro (RJ)

18 anni e 5 mesi di distanza dai farmaci

"Ho iniziato a usare la droga troppo presto per far parte di quella banda" più cool ". Quello che era uno scherzo divenne un'abitudine quotidiana e settimanale. La perdita di controllo si è rapidamente risolta. Avevo un buon background familiare e non era abbastanza per mantenere i miei valori solidi.

Insieme al consumo di droghe, la deformazione del carattere e della personalità divenne latente e cominciai a vivere per usare e usare per vivere, senza risparmiare maniere e mezzi di usare droghe. Completamente in bancarotta in tutte le aree della mia vita: fisica, mentale, emotiva, spirituale, familiare e finanziaria, ho incontrato la compagnia di Narcotici Anonimi, che mi ha offerto un nuovo modo di vivere libero dalle droghe. Per questo, avevo bisogno di provare l'accettazione al livello più profondo e di capire che il mondo non mi doveva nulla.

Insieme all'uso di droghe, la deformazione del carattere e della personalità si erano acquietate e sono venuto a vivere per usarlo e usarlo per vivere, senza risparmiare modi e mezzi di usare droghe. Completamente in bancarotta in tutte le aree della mia vita: fisica, mentale, emotiva, spirituale, familiare e finanziaria, ho incontrato la compagnia di Narcotici Anonimi, che mi ha offerto un nuovo modo di vivere libero dalle droghe. Per questo, avevo bisogno di sentire l'accettazione al livello più profondo e capire che il mondo non mi doveva nulla.

Serena, 35 anni, una dipendente pubblica municipale, Serra Gaúcha (RS)

7 anni di distanza dai farmaci

"Ho iniziato a usare droghe per divertimento, o almeno questo è quello che pensavo in quel momento. Ho capito che non mi fermavo più quando volevo. Ho iniziato a fare cose che non avrei mai immaginato di fare.Faccio male a me stesso e agli altri. Ho solo chiesto aiuto quando non avevo altra via d'uscita, quando mia madre, piangendo, ha detto di no Mi sono reso conto che avevo preso i soldi dal suo account, quindi ho ammesso di aver perso il controllo della mia vita, ed è stato allora che abbiamo iniziato insieme a trovare soluzioni.

Ho trovato il mio posto nel mondo, non mi sentivo più solo, ho capito che il recupero era possibile e continuo a tornare per mantenere quello che ho: una vita pulita, senza droghe, ho cercato aiuto solo quando il dolore non cambiare era più grande di quello di

Cerco di stare con persone che vivono anche in questo modo nuovo, senza droghe, cerco di condividere con loro le mie difficoltà e le mie conquiste quotidiane, quindi andiamo aiutandosi a vicenda. La dipendenza è una malattia, non una mancanza di carattere. È una malattia comportamentale, con gravi perdite sociali, inclusive. Ci conduce a tre destinazioni: istituzioni, prigioni o morte. Il desiderio di voler fermare è la chiave per il recupero. Le mie esperienze mi hanno mostrato come avere speranza in qualsiasi essere umano, indipendentemente da quello che ha fatto in passato. "

Alisson, 28 anni, avvocato, Curitiba (PR)

1 anno e 9 mesi di distanza dai farmaci

"Sono nato in un altro paese e sono arrivato in Brasile all'età di 8 anni con i miei genitori. Qui ho iniziato a studiare e cercare di adattarmi a una nuova realtà. Poco dopo l'adolescenza è iniziato il mio uso di droghe, un risultato, tra l'altro, della mia mancanza di accettazione. L'uso di droghe è durato per 10 anni, causando disordini fisici, mentali ed emotivi.

Nel 2012 sono stato ammesso in una comunità terapeutica e lì ho incontrato il programma Narcotici Anonimi. Dopo aver lasciato la comunità, ho creduto di poter ancora usare l'alcol, una convinzione che mi ha fatto riutilizzare droghe illecite. Nel 2014, stanco di soffrire, sono tornato ai gruppi e alle riunioni di NA, assicurandomi che il mio posto fosse lì.

Oltre all'onesto desiderio di smettere di usare, sponsorizzare, amare e benvenuto ai membri di NA. Oggi evito luoghi e abitudini legate alla droga. Il primo passo è stato quello di allontanarsi da amici e conoscenti dipendenti.

Il mio miglior apprendimento è stato certamente quello di accettare di essere una persona che ha una malattia, ma sappi che ho un trattamento. Questo apprendimento è avvenuto lentamente e gradualmente, ma è stato un sollievo e, grazie a tale accettazione, sono stato finalmente in grado di aprire la mia mente e iniziare la mia guarigione. "

Informazioni su Narcotics Anonymous (NA)

Gli atti di società senza scopo di lucro globalmente dal 1953 e attualmente tiene circa 63.000 incontri settimanali in più di 131 paesi. In Brasile ci sono attualmente circa 1.463 gruppi che organizzano circa 4.000 incontri a settimana. I gruppi di NA ricevono uomini e donne di tutte le età che capiscono che il farmaco è un problema nella loro vita. Le riunioni periodiche dei gruppi servono ad aiutare tutti a stare lontani dall'uso. Lo scopo del programma è di astinenza totale da tutte le droghe, compreso l'alcol.

Narcotici Anonimi fa È importante sottolineare che per essere un membro non c'è discriminazione di alcun tipo, sociale, religiosa, economica, razziale, etnica o di genere. Non ci sono iscrizioni o tasse per diventare un membro di NA.

Una delle chiavi del successo del metodo è il valore terapeutico del lavoro dei tossicodipendenti insieme ad altri tossicodipendenti. I membri condividono i loro risultati e le sfide per superare la dipendenza, per vivere senza droga e produttivi, attraverso l'applicazione delle basi del programma di recupero in 12 fasi, che include ammettere che c'è un problema, cercare aiuto, eseguendo un'autovalutazione onesta, ammettendo difetti, riparando i danni e aiutando altri tossicodipendenti a riprendersi.

* I nomi di questo argomento possono essere fittizi per preservare l'anonimato personale.


Gli esperti prendono 13 dubbi sul sesso anale

Gli esperti prendono 13 dubbi sul sesso anale

Il sesso anale causa emorroidi? È normale sanguinare? Qual è il rischio di contrarre il virus HIV? Quale posizione migliore Queste sono alcune questioni sono tra le più grandi domande di chi già fare o pensare in rapporto anale pratica. Ci sono precauzioni che possono aiutare in tempo di praticare il sesso anale.

(Benessere)

Scopri quattro suggerimenti per mantenere lo stress fuori dalla routine

Scopri quattro suggerimenti per mantenere lo stress fuori dalla routine

Se hai poco tempo e preoccupazioni da risparmiare, lo stress è sicuramente parte della tua vita. Le opzioni per farlo sono molte, ma richiedono un riordino degli orari e, quasi sempre, dei soldi: se per una lezione di pilates, una palestra o una terapia. Tuttavia, ci sono modi per inviare ansia anche se senza richiedere troppo da te.

(Benessere)