it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Scopri i vantaggi chiave di caffè

Scopri i vantaggi chiave di caffè

In generale, la caffeina è visto come insalubre, ma gli studi dimostra che può avere effetti terapeutici benefici.

Inizialmente, dobbiamo cercare un caffè che non sia come la maggior parte di oggi, pieno di pesticidi. Preferisci caffè biologico, esente da queste sostanze nocive. In questo caso, abbiamo un prodotto con più sostanze nutritive e antiossidanti flavonoidi.

Eppure, se consumato in eccesso può inibire la ricaptazione del glutammato, un neurotrasmettitore essenziale per tenerci all'erta e pronti ad agire.

Un altro motivo la caffeina ha guadagnato una cattiva reputazione perché è un costruttore di sostanze acide. Tuttavia, gli alimenti acidi sono anche essenziali per la salute. Il grosso problema, infatti, è che l'alto livello di acidità nel corpo può causare acidosi metabolica, alterando il funzionamento del corpo.

Con l'eccesso di acidità il corpo perde muscolo e del tessuto osseo e l'evoluzione del processo si verifica la congestione cellulare, che aumenta la vulnerabilità alle malattie degenerative.

Come consumare

Ogni volta che si consumano cibi proteici, accompagnare con alimenti di origine vegetale, che di solito sono alcalinizzanti.

In primo luogo mangia cibi integrali. Non consumare mai proteine ​​isolate perché non hanno il cofattore e sono necessari minerali alcalinizzanti per bilanciare l'acidità delle proteine. Quindi, sii lontano dal siero di latte isolato, dalla soia isolata, ecc. Questi alimenti sono estremamente acidi.

Ogni volta che si consumano cibi proteici, accompagnarli con alimenti di origine vegetale, che di solito sono alcalinizzanti. Lo stesso vale per il caffè.

Una buona alimentazione dovrebbe essere varia e colorata, comprese proteine, grassi e carboidrati.

Cosa rende il caffè sano?

La ricerca dimostra che entrambi cacao caffè hanno importanti azioni neuroprotettive.

fonti di caffeina naturale sono il tè, caffè e cioccolata che, quando il modo naturale, sono molto ricchi di nutrienti alimenti, diversi da decaffeinato, che hanno minor valore nutritivo.

La ricerca mostra che sia il cacao che il caffè hanno importanti azioni neuroprotettive. È per questo che nelle società in Sud America, dove si beve il caffè biologico, ci sono tassi più bassi del morbo di Alzheimer e il Parkinson.

Il caffè attiva un meccanismo nel cervello che rilascia un fattore di crescita chiamato cervello fattore neurotrofico, che attiva Questo sta rivoluzionando il concetto di ringiovanimento, poiché si pensava che riducesse il processo di invecchiamento riducendo gli effetti collaterali, ma il corpo è più intelligente di quanto si pensasse in precedenza, perché ha il capacità di fermare letteralmente l'invecchiamento.

In alcune persone, il fattore neutropico è dormiente e sapere come attivarlo è la chiave per coglierne i benefici. Quindi, se agisci correttamente, il tuo cervello sarà ringiovanito dall'attivazione di fattori neurologici che rigenerano i neuroni e dal riciclo del tessuto cerebrale.


Flessibile Dieta (IIFYM): come funziona e vantaggi

Flessibile Dieta (IIFYM): come funziona e vantaggi

Dieta flessibile Se si adattano le macro (IIFYM), che a sua libera traduzione significa "se si adatta nelle macro [sostanza nutritiva]" , calcola la quantità di macronutrienti come proteine, grassi, carboidrati e fibre che una persona può ingerire al giorno. È simile alla dieta dei punti, con la differenza che invece di essere calcolato le calorie che possono essere ingeriti, sono i macronutrienti e le fibre che vengono presi in considerazione.

(Cibo)

Semi oleosi aiutano a combattere la sindrome metabolica

Semi oleosi aiutano a combattere la sindrome metabolica

È Già dimostrato che mangiare semi oleosi fa bene al cuore, ma un nuovo studio collega questo alimento a miglioramenti della sindrome metabolica - una serie di fattori di rischio che includono ipertensione arteriosa, obesità addominale, livelli elevati di colesterolo e insulino-resistenza, che aumenta il rischio di diabete e malattie cardiache.

(Cibo)