it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

"Non mi sento diverso": Bambino celebra trapianto di mani

Il ragazzo americano Zion Harvey celebrato un anno del successo del suo trapianto di mani, essendo in grado di svolgere diverse attività normalmente. Zion aveva solo 2 anni quando ha dovuto amputargli mani e piedi a causa di una grave infezione. Nello stesso periodo, ha avuto anche per ottenere uno dei reni della madre, che hanno contribuito al adattamento alla nuova mano.

"Non ero sempre così. Quando avevo due anni, ho dovuto prendere le mie mani perché ero malato", ha commentato il ragazzo in un'intervista al canale KYW, affiliato della rete CNN. Durante l'infanzia, ho bisogno di Zion adattarsi e far fronte alle difficoltà, riapprendere come mangiare e anche giocare i videogiochi senza aiuto.

Ma il ragazzo ha avuto un sogno per un giorno essere in grado di tenere la sua sorellina e giocare a calcio, così arriva l'idea di optare per la chirurgia. Nelle gambe, continua a utilizzare protesi.

Nel mese di luglio 2015, l'unico 8 anni divenne la persona più giovane a ricevere un trapianto doppio mano. La procedura all'ospedale dei bambini di Philadelphia, Stati Uniti d'America, incluso 40 medici ed è durato più di 10 ore.

Dopo l'intervento chirurgico di successo, i medici ha assicurato che le mani avrebbero accompagnato la loro crescita. Il ragazzo è stato estremamente soddisfatto del risultato: "Mi sento molto felice con le mie nuove mani e non mi sento diverso dagli altri bambini"

Attualmente, Zion posso già giocare a calcio e giocare con gli amici senza difficoltà .. "Posso mangiare. Non so che cosa (medici) pensano, ma penso che è incredibile. Ora posso buttare il pallone da calcio più lontano di quando non aveva le mani." Celebra Zion

Dopo aver perso mani il sogno del ragazzo era quello di tornare a giocare a calcio - foto:? divulgazione

"non mi sento diverso dagli altri bambini, dice Zion - foto: divulgazione


Lo studio dice che poco sonno influisce sull'efficacia degli analgesici </ h1><p>Inoltre, v'è un legame tra la privazione del sonno e la sensibilità del dolore

Lo studio dice che poco sonno influisce sull'efficacia degli analgesici

Inoltre, v'è un legame tra la privazione del sonno e la sensibilità del dolore

I risultati mostrano che esiste una forte connessione tra la privazione del sonno e la sensibilità al dolore. Tuttavia, la scoperta più sorprendente della squadra è stata che gli antidolorifici non potevano eliminare l'ipersensibilità al dolore causato dalla mancanza di sonno. I risultati suggeriscono che i pazienti con dolore cronico che fanno uso di antidolorifici comuni possono essere necessario aumentare la dose se sono anche privati ​​del sonno, che può introdurre effetti collaterali.

(Salute)

7 Segni che il dolore addominale non è correlato al gas

7 Segni che il dolore addominale non è correlato al gas

Il dolore addominale è spesso molto legato al gas. "Alcune persone hanno un'ipersensibilità ad un piccolo aumento della quantità di gas, che provoca più dolore", riflette il gastroenterologo Renata Madureita, Medical Center e estetica di Rio de Janeiro (CETERJ). L'uomo con la mano sulla pancia segnalazione di dolori nella regione - "Foto: Getty Images" Tuttavia, questa non è l'unica causa del problema.

(Salute)