it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

Quanto è sicuro lo sbiancamento dei denti?

Quanto è sicuro lo sbiancamento dei denti?

Dopo un decennio di ricerche, i metodi di sbiancamento si sono dimostrati sicuri ed efficaci. Diversi prodotti disponibili oggi sul mercato non hanno presentato reazioni avverse a denti o gengive dopo lunghi test clinici e di laboratorio. Assicurati di cercare prodotti clinicamente testati, segui le indicazioni e consulta un dentista.

In passato, concentrazioni più elevate di ingredienti sbiancanti utilizzati in ufficio hanno prodotto una maggiore sensibilità. Tuttavia, oggi con i gel sbiancanti ben conservati, la sensibilità non è più un problema. Può verificarsi dopo le procedure di sbiancamento, soprattutto quando gli individui mangiano cibi caldi o freddi, ma di solito scompare dopo 48 ore e cessa completamente con la fine del trattamento.

Se hai sensibilità, ci sono diversi modi per aiutare ad eliminare -la:

  • Se si utilizza un applicatore vassoio, utilizzarlo per un tempo più breve. Spazzolare i denti con un dentifricio per denti sensibili che contengono citrato di potassio, che aiuta a calmare terminazione nervosa.
  • Parte un prodotto con fluoro ad un dentista o il farmacista, che assiste in rimineralizzazione dei denti. Applicare il fluoruro sui denti, o metterlo in barra per quattro minuti prima e dopo lo sbiancamento.
  • Interrompi sbiancamento dei denti per alcuni giorni al fine di consentire loro di adattarsi a questo processo.
  • All'interno 24 ore la sensibilità diminuirà.

In alcuni casi, il dentista potrebbe scoraggiarti dallo sbiancamento dei denti:

  • In caso di malattie gengivali, denti con smalto consumato, cavità o denti sensibili in particolare.
  • Se sei incinta o allatti al seno.
  • Se hai corone, giacche o altri tipi di restauri sui denti anteriori che non possono essere eliminati.


    Ipotiroidismo: Otto domande su malattie della tiroide

    Ipotiroidismo: Otto domande su malattie della tiroide

    La tiroide è una ghiandola endocrina che esiste per armonizzare il funzionamento del corpo. Situata nel collo è responsabile della produzione di due ormoni T3 (triiodotironina) e T4 (tiroxina), che stimolano il metabolismo e interferiscono con le prestazioni di organi quali il cuore e reni, lasciando intatto il ciclo mestruale.

    (Salute)

    L'ossitocina: verifica i vantaggi che l'ormone dell'amore può produrre

    L'ossitocina: verifica i vantaggi che l'ormone dell'amore può produrre

    L'ossitocina è un ormone prodotto dalla ghiandola pituitaria -. La ghiandola principale nel corpo - nel cervello. La sua funzione più nota è quella di stimolare la contrazione dell'utero al momento della consegna. Tuttavia, l'ossitocina non è esclusiva per le donne, anche gli uomini la fabbricano. Oltre al suo ruolo durante il parto, agisce come neurotrasmettitore, che regola il comportamento di interazione sociale e quindi è anche conosciuto come "l'ormone dell'amore".

    (Salute)