it.aazsante.fr

Il Più Grande Portale Della Salute E Della Qualità Della Vita.

I bambini che perdono il padre o la madre hanno un rischio più elevato di

I bambini che perdono il padre o la madre hanno un rischio più elevato di

La sofferenza da un genitore durante l'infanzia può essere un fattore di rischio per lo sviluppo del morbo di Alzheimer, e il rischio varia in base all'età del bambino e al genere dei genitori. Questa è la conclusione di ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora (USA), che ha esaminato in una contea rurale nella città di Utah 4.108 residenti di 65 anni e più anziani.

I ricercatori hanno scoperto che il 30% dei bambini che hanno perso madre durante l'adolescenza e il 60% di quelli che hanno perso il padre prima dei cinque anni presentavano un rischio maggiore per il morbo di Alzheimer.

Questa associazione, tuttavia, scomparirebbe se il padre o la madre vedova si fossero risposati. Gli studi erano specifici per la malattia di Alzheimer, quindi la stessa coincidenza non è stata trovata per altre forme di demenza.

Chiarire sei domande sulla malattia di Alzheimer

Tra le molte cause di demenza, il morbo di Alzheimer si distingue come una malattia popolare. Alcune informazioni, come ad esempio la diagnosi complessa e trattamento multidisciplinare che i pazienti richiedono, spesso trascorrono colpi

Controllare i seguenti sei domande che sbloccano dettagli curiosi coinvolti nel male e spiegazioni neurologo Antonio Cezar Ribeiro Galvão :.

1. La malattia di Alzheimer è divisa in tre fasi: iniziale, intermedia e tardiva e ha una progressione graduale. Nella maggior parte dei casi, la fase iniziale è quella con più variazioni nei sintomi.

2. Com'è l'approccio terapeutico che coinvolge gli animali?

Ci sono molti riferimenti alla cosiddetta pet therapy. Con esso, si notano miglioramenti comportamentali nei pazienti con malattia di Alzheimer. Vale la pena ricordare, tuttavia, che la terapia animale sembra essere utile per una serie di altre condizioni, come i bambini con ritardo mentale, depressione e psicotici.

La terapia non è quindi un trattamento solo per i pazienti con demenza. In generale, è importante incoraggiare il paziente affetto da AD a sviluppare attività che gratificano emotivamente, in base alle loro preferenze e convinzioni prima della malattia. Questo tipo di trattamento è efficace in tutti i casi o è la variabile di indicazione?

Le preferenze personali dei pazienti devono essere prese in considerazione per qualsiasi tipo di terapia di distrazione e socializzazione.

4. Il paziente stesso è in grado di riconoscere i primi segni di malattia o di regolare il check-up sono essenziali per questo?

In generale, il paziente con deficit o Mild Cognitive Impairment (MCI) notare i loro deficit di memoria, ma è spesso la famiglia che ti incoraggia a cercare un dottore. I pazienti con malattia di Alzheimer perdono il senso critico della sua condizione mentale, e quasi in tutti i casi, sono prese dal medico per le loro famiglie.

Si raccomanda che i pazienti con malattia di Alzheimer hanno una badante fissa con il quale stabilire relazioni di rispetto e amicizia. Il caregiver può essere un parente o no. Ma è fondamentale essere in grado di esercitare strategie di distrazione ed esercizi per migliorare il comportamento del paziente.Un altro punto importante da ricordare è che i problemi comportamentali della malattia possono essere aggravati dai cambiamenti nell'ambiente in cui il paziente vive , come l'alloggio o il ricovero in ospedale, o a causa di crisi e conflitti familiari.

5. Il male può essere identificato a un check-up comune o da alcuni esami specifici dell'età sono raccomandabili?

Prima delle manifestazioni precoci della malattia, non esiste un esame in grado di rilevare la malattia. Inoltre, anche con AD, la diagnosi clinica è essenziale. Non sono consigliati test specifici prima dell'inizio dei sintomi, nemmeno i test genetici.

6. L'Alzheimer colpisce più uomini o donne?

AD colpisce maggiormente le donne. Ciò probabilmente riflette la maggiore longevità delle femmine rispetto ai maschi, poiché l'incidenza della malattia aumenta con l'età.


I batteri possono prevenire la trasmissione della malattia da Aedes aegypti

I batteri possono prevenire la trasmissione della malattia da Aedes aegypti

Da qualche tempo la Fondazione Oswaldo Cruz (Fiocruz) a Rio de Janeiro è dedicato ad esplorare modi per eliminare la dengue e ora il virus Zika. Dal 2012 hanno iniziato una ricerca con il batterio Wolbachia , naturalmente presente nell'ambiente. Quando viene utilizzato per infettare la zanzara Aedes aegypti, è in grado di evitare che le malattie che trasmettono come la dengue, il virus Zika e febbre chikungunya, man mano che diventano non rilevabili nella saliva della zanzara.

(Salute)

I bambini indiani sono morti per aver mangiato il litchi a stomaco vuoto, dicono i ricercatori.<P>Per due decenni, nel periodo da maggio a luglio, bambini apparentemente sani in India regione del Bihar, in India, ha sofferto convulsioni e perdita di conoscenza. Circa il 40% di loro ha finito per morire. Per questo motivo, gli scienziati americani e indiani hanno deciso di indagare su cosa stava causando la morte.

I bambini indiani sono morti per aver mangiato il litchi a stomaco vuoto, dicono i ricercatori.

Per due decenni, nel periodo da maggio a luglio, bambini apparentemente sani in India regione del Bihar, in India, ha sofferto convulsioni e perdita di conoscenza. Circa il 40% di loro ha finito per morire. Per questo motivo, gli scienziati americani e indiani hanno deciso di indagare su cosa stava causando la morte.

La svolta è arrivata attraverso un'analisi litchi . Il frutto contiene due sostanze, hipoglicina e glicina metileneciclopropil, che inibiscono la capacità del corpo di produrre il glucosio, che avrebbe colpito i bambini i cui livelli di zucchero nel sangue erano già basso da non mangiare. Con molto basso di glucosio Alcuni bambini, specialmente i più giovani, hanno sviluppato problemi improvvisi e seri nel cervello, encefalopatia e alla fine sono morti.

(Salute)